L’editoriale di Clemente Mimun

L’editoriale di Clemente Mimun

La Lazio che ho visto ieri, all’Olimpico contro il Siena, mi ha molto confortato, perchè ha fatto la partita che speravo facesse. Con l’obiettivo unico di portare a casa i tre punti e di dimostrare che, la frustrazione, il pessimismo, che si erano impadroniti di molti tra noi tifosi e…

La Lazio che ho visto ieri, all’Olimpico contro il Siena, mi ha molto confortato, perchè ha fatto la partita che speravo facesse. Con l’obiettivo unico di portare a casa i tre punti e di dimostrare che, la frustrazione, il pessimismo, che si erano impadroniti di molti tra noi tifosi e probabilmente di alcuni giocatori, erano esagerati.

Ho notato, come al solito, un Candreva straordinario, un Klose disciplinato che ha fatto anche il difensore, ma soprattutto un grande Cristian Ledesma. Molte cose positive, Ederson compreso, gol a parte, mentre continua a non convincermi Senad Lulic. Probabilmente non è in forma, ma non è neanche lontanamente il bel giocatore che abbiamo visto nella stagione passata. Dias invece in questo momento appare opaco, alterna momenti si a momenti no, anche se senz’altro migliore di altre partite viste quest’anno.

Credo che, con la panchina lunga che abbiamo e con un turnover limitato, possiamo fare un grande campionato. Inoltre mi da molta fiducia Vladimir Petkovic, perchè vedo un allenatore molto equilibrato, sereno e determinato. I giocatori in campo poi, obiettivamente si aiutano e questo da buone speranze per il futuro. Senza dimenticare che la Curva Nord, è oggettivamente il dodicesimo uomo in campo, poichè si dedica al sostegno della squadra e non ai “vaffa” a qualcuno della società. Questo è positivo perchè, ci permetterà anche in trasferta, di non vedere tifosi avversari uniti ai nostri, contro qualcuno della Lazio.

Clemente Mimun

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy