L’EVENTO – “Uno stadio per amico”, Barbaro: “Non serve la legge”

L’EVENTO – “Uno stadio per amico”, Barbaro: “Non serve la legge”

ROMA – Grande cerimonia nel salone della casa dello sport italiano: c’è “Uno stadio per amico” seduto al tavolino, insieme al presidente del Coni Malagò, dell’Asi Barbaro, della Lega di Serie Abodi, della Lega Pro Macalli, della Lega Dilettanti Tavecchio, al Delegato del Comune per le politiche sportive Cochi, al…

ROMA – Grande cerimonia nel salone della casa dello sport italiano: c’è “Uno stadio per amico” seduto al tavolino, insieme al presidente del Coni Malagò, dell’Asi Barbaro, della Lega di Serie Abodi, della Lega Pro Macalli, della Lega Dilettanti Tavecchio, al Delegato del Comune per le politiche sportive Cochi, al direttore del Centro Studi Figc Uva, al deputato della Camera Nardella, all’ad della Roma Fenucci. In platea c’è il cognato di Lotito (arrivato con 2 ore di ritardo) Marco Mezzaroma, spettatore interessatissimo alla questione: a Salerno sarà molto più semplice tramutare in realtà il sogno stadio. C’è l’assenso del Comune, addirittura un porto, alla cui costruzione Lotito vorrebbe partecipare, per far arrivare dal mare altri soldi. Manca ancora invece una legge per l’impianto: “Non è fondamentale – spiega l’onorevole Barbaro – e lo dico da ex relatore della norma. Perché non prevede un euro di finanziamento pubblico. Serve piuttosto un progetto che coinvolga tutte le parti in causa”.


 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy