Lotito, ”I nostri tifosi sono cambiati”

Lotito, ”I nostri tifosi sono cambiati”

ROMA – I fatti legati all’aggressione ai danni dei tifosi del Tottenham, in un noto pub romano, nella notte fra mercoledì e giovedì scorso hanno scosso molto l’opinione pubblica e oggi, per parlarne, il presidente biancoceleste Claudio Lotito, è intervenuto sulle frequenze di Lazio Style Radio, emittente ufficiale della società…

ROMA – I fatti legati all’aggressione ai danni dei tifosi del Tottenham, in un noto pub romano,  nella notte fra mercoledì e giovedì  scorso hanno scosso molto l’opinione pubblica e oggi, per parlarne,  il presidente biancoceleste Claudio Lotito, è intervenuto sulle frequenze di Lazio Style Radio, emittente ufficiale della società capitolina. Ecco quanto evidenziato da Cittaceleste: “Prima di divulgare certe cose, – ha esordito Lotito –  i media dovrebbero informarsi bene. Questo perchè possono causare danni sia a livello di immagine sia a livello econimico spesso anche irreparabili.  Non vedo perchè ogni volta, bisogna sempre additare i tifosi della Lazio con epiteti pesanti come “fascisti o razzisti”. I tifosi biancocelesti in questi ultimi tempi sono molto cambiati e lo hanno dimostrato. L’azione di un singolo, non può diventare emblema di una intera tifoseria che in queste vicende non c’entra nulla. Da quello che emerge dalle indagini, inoltre, quanto successo è frutto di alcuni fatti accaduti precedentemente, a Londra, nei confronti dei tifosi della roma. Non c’erano quindi motivazioni di natura sportiva. Il danno di immagine all’estero è stato immenso visto che in Inghilterra e in America, ad esempio, hanno letto ciò che si è scritto in Italia”. Lotito poi, spiega il modo in cui la Lazio si è comportata nei confronti del ragazzo rimasto ferito, Ahsley Mills: “Ho parlato con il direttore generale del nosocomio e mi sono reso disponibile, prima ad una visita, che è stata rimandata ad oggi e poi, a trovare una stanza d’albergo per alcuni parenti del ragazzo, i quali, arrivati a Roma, erano all’ospedale senza un posto dove riposare. Comunque, – ha continuato Lotito – è palese come ogni volta si cerchi di gettare fango non solo sulla Lazio come società, ma anche su i suoi tifosi che hanno sempre cercato di dissociarsi da espressioni di stampo razzista. Mi pare che anche in Roma-Torino, sia apparso uno striscione con scritto “Palestina Libera”, ma lì non ho sentito molte persone parlarne, come avvenuto invece nei confronti dei nostri tifosi. Io non ci vedo aspetti politici, che nelle curve non dovrebbero mai entrare, ma solo una posizione, un convincimento assolutamente personale”.

Rob.Ma. – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy