Lulic: la chiave di Petko

Lulic: la chiave di Petko

Lulic è tornato a fare il terzino. E così risolve uno dei principali problemi di Petkovic. Nessuno come Senad, all’interno della rosa, riesce ad essere così camaleontico e straordinariamente duttile, sul piano tecnico e soprattutto su quello tattico. In molti pensano ancora che la società stia cercando un terzino sinistro…

Lulic è tornato a fare il terzino. E così risolve uno dei principali problemi di Petkovic. Nessuno come Senad, all’interno della rosa, riesce ad essere così camaleontico e straordinariamente duttile, sul piano tecnico e soprattutto su quello tattico. In molti pensano ancora che la società stia cercando un terzino sinistro dimenticando che Lulic l’anno scorso venne ingaggiato proprio come vice-Radu per la fascia sinistra. Poi è stato lo stesso giocatore a trasformarsi e a sbocciare, facendo vedere che, oltre a giocare a sinistra, era in grado di potersi esprimere allo stesso modo più avanti, sia come mezzala che come esterno.

Una risorsa importante per la Lazio e per Petkovic: a Bergamo la prima dimostrazione. In attesa che ritorni Radu, è stato proprio Lulic il terzino sulla corsia di sinistra. E non è affatto vero che a Lulic non piaccia giocare in quella posizione anzi si sente a suo agio e sa perfettamente quanto sia importante in questo momento per la squadra. Con il bosniaco in quella zona di campo, non solo la Lazio acquista maggiore forza e spinta sulla fascia sinistra, ma dà la possibilità a Petkovic di non rinunciare a giocatori dalla qualità di Mauri, Candreva ed Hernanes. Tutti e tre possono coesistere e giocare con Lulic in campo. Appena starà meglio, pure il primo acquisto biancoceleste, Ederson, troverà il suo posto ideale, dietro a Klose o accanto al tedesco. Con l’italo-brasiliano là davanti la Lazio potrebbe anche cambiare dal punto di vista tattico. Petko stima l’ex del Lione e non vede l’ora di riaverlo a disposizione dal primo minuto, ma ancora ci vorrà del tempo. In un primo momento si pensava che Ederson potesse rientrare per la sfida con il Palermo, ma probabilmente tornerà dopo la sosta, a causa di un piccolo contrattempo avuto durante la fase del recupero.

Pensare che durante il ritiro, con tutta quell’abbondanza dal centrocampo in su, l’allenatore sembrava quasi non riuscire a trovare la quadratura del cerchio. Petko voleva giocare con più giocatori di qualità possibile, ma aveva il timore che la Lazio non riuscisse ad avere equilibrio e fosse troppo sbilanciata. La soluzione però è sempre stata a portata di mano e porta il nome di Senad Lulic. Pochi lo sanno, ma il bosniaco è il giocatore della Lazio che ha più mercato in assoluto. Sono state diverse le società che si sono interessate all’eclettico biancoceleste, dal Chelsea, al City, al Bayern, al Tottenham e tante altre, come il Milan che a gennaio arrivò a offrire 15 milioni di euro, ma Lotito ha resistito e se lo tiene stretto. Il suo contratto scade del 2016 e il suo ingaggio è di poco meno di settecentomila euro. Per non correre rischi, il club sta pensando di adeguare lo stipendio del giocatore e allungare di un anno o due il contratto. Per ora c’è stata solo una chiacchierata con il manager, ma più avanti la trattativa si farà più seria. Per la sfida di Europa League, Petko potrebbe riavere Radu ma probabilmente perderà Cana per una forte lombalgia.

(Fonte: IlMessaggero)

Simone Davide-Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy