MAESTRELLI – Uno spettacolo teatrale per IL mister – FOTO

MAESTRELLI – Uno spettacolo teatrale per IL mister – FOTO

di FRANCESCA CUCCUINI Roma – Il circolo canottieri Lazio è ormai un tempio biancoceleste a cui Wilson, Oddi e Pulici fanno da padroni di casa. Dopo la conferenza dedicata al ritorno di Giorgio Chinaglia, questa volta l’argomento si sposta ma non di molto. L’evento di oggi riguarda la presentazione dello…

di FRANCESCA CUCCUINI

Roma – Il circolo canottieri Lazio è ormai un tempio biancoceleste a cui Wilson, Oddi e Pulici fanno da padroni di casa. Dopo la conferenza dedicata al ritorno di Giorgio Chinaglia, questa volta l’argomento si sposta ma non di molto. L’evento di oggi riguarda la presentazione dello spettacolo teatrale interamente deicato a Tommaso Maestrelli che andrà in scena al “Ghione” con il titolo “L’ultima partita”. In conferenza, oltre al regista e l’attore principale, si sono seduti Oddi, Wilson, Pulici e Massimo Maestrelli.

 

Tante le parole di stima del regista che parla di questa come “Non una storia di sport ma di vita. Infatti vuole raccogliere un pubblico vasto che non debba essere necessariamente amante della Lazio o dello sport. Perchè le gioie e i dolori rappresentati sono soprattutto fuori dal campo. Non era un semplice allenatore, ma un uomo a cui tutti ancora oggi si ispirano”.

In prima fila erano presenti, oltre a Nello Mascia che vestirà i panni di Tommaso Maestrelli, c’erano anche gli altri attori: Aglaia Mora (Lina Barberini Maestrelli), Luca Caprioli (Luciano Re Cecconi), Massimiliano Vado (Giorgio Chinaglia) e Gino Nardella (Renato Ziaco). Ognuno di loro ha preso parola per raccontare la propria esperienza e le emozioni provate nel dover ridar vita a personaggi che non svaniranno mai.

 

Ancora un bagno di lazialità con tanti rappresentanti che hanno volontariamente presenziato all’evento come Paolo Lenzi, presidente della sezione Scacchi della polisportiva Lazio.

  

Il primo a prendere parola è stato il capitano di quella Lazio di cui Maestrelli fu il padre spirituale, Pino Wilson.

Dopo di lui, le parole di un Felice Pulici la cui voce viene spezzata dalla commozione durante il racconto di alcuni aneddoti che hanno segnato la sua carriera calcistica anche grazie alla presenza dell’allenatore ancora oggi celebrato.

I momenti di profonda emozione vengono, infine, spezzati da Giancarlo Oddi che riesce sempre a far tornare il sorriso a tutti. E i suoi aneddoti sono sempre i più divertenti e riescono ad unire sempre l’ambiente con un sorriso.

 cittaceleste.it

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy