Marchetti: ‘Mi voleva la Roma. Ora con la Lazio…’

Marchetti: ‘Mi voleva la Roma. Ora con la Lazio…’

Federico Marchetti è, da due anni, una delle colonne portanti della Lazio di Lotito. La sua è stata una risalita dall’inferno, che gli aveva spalancato le porte all’indomani del Mondiale, nella ‘prigione’ di Cagliari: “Ho passato mesi terribili, ma mi sono fatto forza per rinascere praticando il full contact. Dovevo…

Federico Marchetti è, da due anni, una delle colonne portanti della Lazio di Lotito. La sua è stata una risalita dall’inferno, che gli aveva spalancato le porte all’indomani del Mondiale, nella ‘prigione’ di Cagliari: “Ho passato mesi terribili, ma mi sono fatto forza per rinascere praticando il full contact. Dovevo sfogare quella rabbia accumulata dentro come Rocky”. Comincia così l’intervista ai microfoni di SkySport: “Il Mondiale, esperienza non positiva. Forse non ero ancora pronto per essere titolare.”

Alla Lazio, la rinascita: “Voglio arrivare alla Champions League con questa maglia, soprattutto ripensando a quel periodo. Finito il Mondiale vado in vacanza, e mi chiedono ad Ibiza se è vero l’interessamento della Sampdoria nei miei confronti. Rispondo tranquillamente di si, che c’è stato, ma la cosa non è andata. Ho fatto una battuta, dicendo che costavo troppo. In quel momento di fatto resto a Cagliari, dove mi trovavo benissimo, anche se la Sampdoria aveva conquistato la Champions League e volevo giocarci. Un’emozione unica che ogni giocatore vorrebbe vivere. Da quel gorno, invece, rimango fuori rosa. Nessuno mi parla, con la squadra non mi alleno più. Neanche all’ultimo giorno di mercato la situazione cambia. C’era la Roma, e altre due squadre all’estero, ma non filtrò nessuna chiamata… di quell’intervista alla fine mi sono fatto un’altra idea. Penso ci sia stato sotto dell’altro e preferisco non rivelarlo”.

Per fortuna, come già detto, arriva Lotito: “La Lazio è d’alta classifica, ce la possiamo giocare con tutti. Per lo Scudetto o la vittoria di Competizioni Importanti, credo però serva uno scatto importante dal punto di vista mentale, sia di squadra che di società”.

 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy