MERCATO – Mavraj, prima la Norvegia, poi la Lazio…

MERCATO – Mavraj, prima la Norvegia, poi la Lazio…

ROMA – Mavraj, Mavraj, Mavraj, il tuo tempo per andar lontano. Mavraj un treno per la Lazio con una fermata: c’è la Norvegia stasera, Mavraj custodisce la storia dell’Albania, la qualificazione ai mondiali in Brasile del 2014. Poi difenderà la sua parola: l’ufficiale Mergim e il gentiluomo Tare si sono…

ROMA – Mavraj, Mavraj, Mavraj, il tuo tempo per andar lontano. Mavraj un treno per la Lazio con una fermata: c’è la Norvegia stasera, Mavraj custodisce la storia dell’Albania, la qualificazione ai mondiali in Brasile del 2014. Poi difenderà la sua parola: l’ufficiale Mergim e il gentiluomo Tare si sono stretti la mano, c’è un’aquila bicefala a sigillare l’accordo. Può essere il primo acquisto della Lazio in difesa, è già stato impostato da mesi l’affare col Greuther Furth, crollato in seconda divisione quest’anno, e in cerca di liquidità: perderebbe il centrale mancino a parametro zero la prossima stagione, ora può racimolare quasi 2 milioni. La “Bild” ieri paventava un bivio per il difensore albanese (uscito insieme a 8 mila altre candidature), l’interessamento di Hoffenheim e Lazio o la possibilità concreta di un rinnovo col club tedesco. Ipotesi quest’ultima, guarda caso non riportata da nessun sito biancoceleste, dopo aver inseguito la notizia esclusiva di cittaceleste.it, spacciandola come una bomba tutta tedesca: con ore d’anticipo annunciavamo il blitz di Tare in Albania e presentavamo Mavraj non come un semplice nome gettato lì, ma come un obiettivo principe. Ma lasciamo a voi che ci provate, questi tristi giochetti di “giornalettismo sitarolo”. Ah, dimenticavamo: ringraziamo Repubblica.it per le “conferme” alla nostra notizia. Conflitto di disinteresse.  

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy