MERCATO – Ag.Carrizo, ”Abbiamo avuto alcune proposte ma..”

MERCATO – Ag.Carrizo, ”Abbiamo avuto alcune proposte ma..”

Le sue parate contro il Siena hanno regalato alla Lazio la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia, ma il futuro in biancoceleste di Juan Pablo Carrizo (28) resta in bilico. L’agente del portiere argentino ha incontrato il club di Lotito a inizio dicembre, ma la situazione legata al…

Le sue parate contro il Siena hanno regalato alla Lazio la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia, ma il futuro in biancoceleste di Juan Pablo Carrizo (28) resta in bilico. L’agente del portiere argentino ha incontrato il club di Lotito a inizio dicembre, ma la situazione legata al futuro non si è ancora sbloccata; a rivelarlo alla redazione di Tuttomercatoweb.com è stato il procuratore Pablo Sabbag.

Hai incontrato Tare a dicembre. Ci sono novità?
“Al momento nessuna, Carrizo ha un contratto con la Lazio fino a giugno e dovrà rispettarlo. La situazione col club biancoceleste è chiara”.

Cioè?
“Il club decide se lasciar partire Carrizo prima della scadenza contrattuale, abbiamo avuto alcune proposte interessanti che a breve valuteremo. Ma la scelta finale spetta alla società di Lotito”.



Eppure Carrizo è stato schierato in Coppa Italia, mentre Bizzarri potrebbe lasciare la Lazio. Possibile che sia una apertura alla permanenza in biancoceleste?
“Questa è una domanda alla quale può rispondere solo la Lazio. Posso solo dire che Juan Pablo sta bene in Italia e non ha nessuna intenzione di tornare in Sudamerica a breve; alcuni giornali hanno riferito che la sua volontà è quella di tornare in patria per alcuni problemi personali. Posso assicurare che non è così, non ha problemi familiari: c’è ancora l’Europa nel suo futuro”.

Possiamo aspettarci sviluppi entro fine mese?
“Vedremo, nelle prossime settimane sarò in Italia per valutare la situazione e decidere cosa fare”.

Fonte: TMW

rm/cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy