MERCATO – Ag.Keita svela, ”Lo voleva il Real Madrid”

MERCATO – Ag.Keita svela, ”Lo voleva il Real Madrid”

Keita Balde Diao, semplicemente noto come Keita, è un giovane attaccante di origini senegalesi nato ad Arbucias, Catalogna, l’8 marzo del 1995. La sua è una storia un po’ particolare: segnava valanghe di gol nella Cantera del Barcellona e l’esordio in prima squadra era praticamente scontato. Invece adesso se lo…

Keita Balde Diao, semplicemente noto come Keita, è un giovane attaccante di origini senegalesi nato ad Arbucias, Catalogna, l’8 marzo del 1995. La sua è una storia un po’ particolare: segnava valanghe di gol nella Cantera del Barcellona e l’esordio in prima squadra era praticamente scontato. Invece adesso se lo coccola la Lazio, che presto potrà vederlo in campo anche nelle competizioni ufficiali. Il club biancoceleste lo ha prelevato dal Cornellà, società satellite del Barcellona, dove Keita ha segnato 47 gol. Un vero e proprio colpaccio per Tare e Lotito, infatti, sulle tracce del talentuoso attaccante c’erano anche Real Madrid, Manchester United Juventus. “Dopo l’esperienza al Cornellà, c’è stata la possibilità di andare alla Lazio, Tare ci ha creduto fortemente e il ragazzo ha deciso di venire in Italia – ha dichiarato in esclusiva ai microfoni di Calcionews24.com Nunzio Marchione, procuratore del giovane attaccante – L’offerta del Real Madrid c’era, ma Keita ha preferito la Lazio, anche perché tutte le altre si sono mosse in ritardo”. In pochi giorni, grazie proprio all’aiuto dell’agente italiano, si è chiusa la trattativa: colloquio con i genitori e contratto fino al 2015. La Lazio con soli 300 mila euro si è assicurata un grande talento. 

FINALMENTE IL TRANSFER Keita è arrivato a Roma nell’estate 2011, ma già si è ambientato alle perfezione, nonostante la giovane età. Ama la città e il cibo italiano, ma soprattutto salta gli avversari come birilli. L’unica nota negativa è il mancato arrivo del passaporto comunitario (E’ nato in Spagna da genitori senegalesi, ndr): purtroppo la burocrazia spagnola ha impiegato tantissimo tempo e Keita non ha potuto ancora dare il suo apporto alla Primavera biancoceleste allenata da mister Bollini. Ma la situazione nelle ultime settimane sembra essersi sbloccata e finalmente tutti potranno ammirarlo anche in campo. “Debutterà molto presto, come hanno già fatto alcuni suoi compagni, c’erano solo alcuni problemi burocratici da risolvere”, ha dichiarato Marchione. 

TALENTO PURO Keita calcia di destro e di sinistro con la stessa facilità, può partire esterno in un tridente o supportare una prima punta. Tanti i paragoni in questi mesi: c’è chi lo accosta Eto’o o addirittura a Balotelli. “Solo una cosa è certa: ha un grande futuro in Italia – spiega il suo agente – Può agire intorno alla punta centrale e può anche fare l’attaccante centrale. Lui offre tante soluzione tattiche”. Al Wojtyla, torneo disputato prima di Natale, ha segnato 6 gol in 4 partite e ha impressionato tutti gli addetti ai lavori. Anche Nicola Amoruso, ex attaccante della Juventus e responsabile del settore giovanile della Reggina, è rimasto fulminato dalle doti tecniche di Keita: “Ha grandi qualità fisiche e tecniche, qualità per diventare ne sentiremo parlare presto. E’ un 95′ bisogna dargli tempo, ha esplosività, tecnica, ha tutte le veramente importante. Nonostante le qualità va migliorato, ha ampi margini di miglioramento, la Lazio si trova in casa un gioiellino”. Insomma, una vera forza della natura. Petkovic lo sta seguendo con attenzione e molto probabilmente la prossima estate lo convocherà per il ritiro. Anche il diesse Tare si cocolla il suo gioiellino: “Keita? Tanta roba”. Finalmente è arrivato il suo momento: Keita è pronto a stupire.

Fonte: Calcionews24.com

rm/cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy