ESCLUSIVA – Ag.Lampard: Lazio, perchè no?

ESCLUSIVA – Ag.Lampard: Lazio, perchè no?

ROMA – Il mercato è appena iniziato, eppure i movimenti, in casa Lazio, sembrano già essere molti. La società lavora 24 ore su 24, Lotito questo l’ha ripetuto spesso e fra i tanti nomi tirati in ballo dalla stampa, che dovrebbero rientrare negli interessi della società capitolina, quello di Lampard,…

ROMA – Il mercato è appena iniziato, eppure i movimenti, in casa Lazio, sembrano già essere molti. La società lavora 24 ore su 24, Lotito questo l’ha ripetuto spesso e fra i tanti nomi tirati in ballo dalla stampa, che dovrebbero rientrare negli interessi della società capitolina, quello di Lampard, è senza dubbio il più altisonante. Un nome che fa sognare i tifosi e tutto l’ambiente laziale. Voci di un forte interessamento, di un incontro che presto potrebbe avvenire tra il Diesse Tare e il campione d’oltremanica. La redazione di Cittaceleste, per sapere tutta la verità sul centrocampista dei Blues in scadenza di contratto, è andata dritta alla fonte. In questo momento – ha esordito Steve Kutner, agente del calciatore – Lampard pensa esclusivamente al presente, che è il Chelsea. Sul futuro, l’unica cosa certa, è che cambierà team a fine stagione. La tendenza però, non è quella di andare a giocare in ricchi campionati minori, come quello cinese o russo, bensì di rimanere nel giro che conta: Frank vuole giocare in una grande squadra, capace di lottare per traguardi importanti, dove vincere altri trofei“. La Serie A potrebbe essere più di una semplice ipotesi: “Non ci precludiamo nulla. Quello che conta, è solamente il bene del calciatore e la possibilità di continuare a giocare ad alti livelli”.   La traduzione dunque, è quella di una squadra che possa giocare la Champions: “Naturalmente. Come detto un campione del calibro di Lampard merita grandi palcoscenici”.  L’ipotesi biancoceleste non è dunque da scartare, perchè il club capitolino potrebbe rientrare in quei parametri di cui sopra. Kutner risponde così: “Se la Lazio può essere la piazza ideale, questo lo potrebbero dire i fatti”.

Francesco Pagliaro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy