MERCATO – Odilio Rodrigues, “Anderson?..”

MERCATO – Odilio Rodrigues, “Anderson?..”

AGGIORNAMENTO 17:50 FLASH – Non c’è nessuna novità, non parliamo con la Lazio da gennaio”. Lo ha dichiarato Odilio Rodrigues, vicepresidente del Santos, ai microfoni di Lancenet, in relazione all’interesse della Lazio per Felipe Anderson. Le parole del ds Tare, di solito prudente, hanno avuto giovedì sera quasi il sapore…

AGGIORNAMENTO 17:50

FLASH – Non c’è nessuna novità, non parliamo con la Lazio da gennaio”. Lo ha dichiarato Odilio Rodrigues, vicepresidente del Santos, ai microfoni di Lancenet, in relazione all’interesse della Lazio per Felipe Anderson.


Le parole del ds Tare, di solito prudente, hanno avuto giovedì sera quasi il sapore di un annuncio.  «Felipe Anderson è un giocatore che la società vuole fortemente, così come lui vuole la Lazio, siamo sulla buona strada e probabilmente la prossima stagione giocherà con noi» ha spiegato il dirigente albanese ai microfoni di Mediaset. Tare avrebbe voluto portare Felipe Anderson alla Lazio già il 31 gennaio, sarebbe stato un grande colpo per accrescere la qualità dell’organico e per trasmettere altro entusiasmo all’ambiente, che invece si è sgretolato nel dibattito su rinforzi invernali che la società non aveva mai promesso. Si sapeva che i dirigenti avrebbero lavorato prevalemente in uscita e
Il Santos ha già detto sì e anche il brasiliano si è promesso alla Lazio. La trattativa ora si può definire sulla base dei 10 milioni per la totalità del cartellinoche avrebbero cercato il rinforzo di qualità a certe condizioni. Così è stato. La trattativa per Felipe Anderson, se Zarate avesse accettato il trasferimento alla Dinamo Kiev il 23 gennaio, si sarebbe forse conclusa con successo prima del gong del mercato invernale. L’ultimo rilancio (sino a 7,5 milioni) non è bastato a superare le resistenze sollevate in extremis dal fondo inglese, che detiene il 50 per cento del cartellino del brasiliano, classe ‘93, stella del Santos e del Brasile Under 20.

COMPARTECIPAZIONE – E’ un centrocampista offensivo di grandi prospettive e talento. La Lazio non intende lasciarselo sfuggire e ha continuato a lavorarci in silenzio dopo la chiusura del mercato invernale.  «La trattativa è in corso di definizione» ha virgolettato più volte Lotito, deciso a non perdere la preda, convinto di avere ormai in pugno il giocatore. Il presidente della Lazio è pronto a stanziare 10 milioni per acquistare la totalità del cartellino di Felipe Anderson. I diritti federativi del giocatore appartengono al Santos, ma nel mercato brasiliano è possibile che altro soggetti (non club) possano detenere una quota del cartellino. Il fondo inglese, l’estate scorsa, aveva puntato su Felipe Anderson, acquistando per 2 milioni di euro il 50 per cento del cartellino. Negli accordi iniziali con la Lazio, su cui il Santos si era sbilanciato positivamente, al fondo inglese sarebbe rimasto il 30 per cento del cartellino di Felipe Anderson sotto forma di introito attraverso una futura cessione. L’intesa sembrava fatta, ma i problemi sono stati sollevati al momento di firmare le carte: la ripartizione dei soldi con il Santos non andava più bene al fondo inglese, così non è stato possibile chiudere entro le 19 del 31 gennaio.

INVESTIMENTO – La Lazio non ha mollato la presa e attraverso gli intermediari dell’operazione ha fatto sapere al Santos e al fondo inglese di essere disponibile anche ad alzare la posta. Ovviamente Lotito può sostenere uno sforzo superiore a partire dal primo luglio 2013 rispetto alla cifra che avrebbe potuto garantire il 31 gennaio. E si è mosso subito per evitare giochi al rialzo ed eventuali inserimenti di altre società europee, godendo anche del sostegno del giocatore. Felipe Anderson sta già studiando l’italiano, vuole la Lazio e così hanno fatto sapere anche i suoi manager, che in Brasile fanno capo a Nic Arcuri e Luis Cardozo. Il Santos è d’accordo, Felipe Anderson ha detto sì, resta da sistemare il fondo inglese.

VERTICE – Secondo alcune indiscrezioni, il diesse Tare starebbe preparando una missione in Brasile per chiudere l’operazione. In realtà potrebbe andare diversamente. I rappresentanti del fondo inglese, questa è la notizia, sarebbero pronti a sbarcare i primi di marzo a Roma per incontrare Lotito e definire gli ultimi dettagli di un’operazione su cui ormai ci sono pochissimi dubbi. Da qui i segnali di fiducia e di ottimismo veicolati con grande trasparenza dalla società biancoceleste.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy