MERCATO – Parla Lucas Biglia: “Giocare in Serie A…”

MERCATO – Parla Lucas Biglia: “Giocare in Serie A…”

ROMA – Biglia in biancoceleste? Ancora non c’è nulla di sicuro, ma la Lazio rimane in pole. Il centrocampista attualmente in forza all’Anderlecht sogna l’Italia e, per sua stessa ammissione, l’approdo nel bel paese, sarebbe certamente un salto importante nella sua carriera da calciatore. Biglia ha voglia di sfide stimolanti,…

ROMA – Biglia in biancoceleste? Ancora non c’è nulla di sicuro, ma la Lazio rimane in pole. Il centrocampista attualmente in forza all’Anderlecht sogna l’Italia e, per sua stessa ammissione, l’approdo nel bel paese, sarebbe certamente un salto importante nella sua carriera da calciatore. Biglia ha voglia di sfide stimolanti, per raggiungere la vetta, ma non rinnega la sua grande esperienza, vissuta fino ad oggi in Belgio: “Ho avuto la fortuna di ritrovarmi in un grande club, dotato di infrastrutture importanti e molto solido econimicamente – le parole riportate da Goal.com – poi, ho anche avuto un tecnico (Ariel Jacobs ndr) che è stato capace di darmi grande continuità. Lui piace molto a noi argentini. Io – ha proseguito – sono arrivato in Europa a 20 anni e la prima cosa che mi ha chiesto l’allenatore, è stata la mia preferenza riguardo la posizione in campo. Nel 4-4-2 ho fatto bene, ad esempio. Essere elastici, versatili, ti aiuta a crescere. In Champions ti confronti con squadre che adottano diversi sistemi di gioco e, anche se  non è facile, riuscire ad adattarsi a questi, ti rende un giocatore utile per qualsiasi allenatore. Per me – prosegue Biglia – stare in squadra con degli Argentini è molto importante, rende tutto più facile.  Allo stesso tempo però, devo dire che quì la gente è accogliente, calorosa, mi sono sempre trovato bene“. Ma la società non vuole fare il grande salto…Questo è un club, come detto, molto forte economicamente, ma i dirigenti ritengono che fare ulteriori passi in avanti, comporterebbe altri costi. Hanno paura di fallire, quindi preferiscono rimanere così come sono. Per questo motivo, voglio cambiare campionato: sono arrivato ad un punto della mia carriera per cui ho bisogno di crescere. Ci sono 4-5 squadre interessate a me. L’Italia? Non posso dire nulla di quel campionato, non ci ho mai giocato. Ma lo ammiro molto, lo seguo spesso, mi piacerebbe giocare in Italia.  La dirigenza ha capito il mio desiderio e per questo, stanno negoziando con alcune squadre. Il mio obiettivo? Anche se è difficile, complicato, miro a giocare la Coppa del mondo nel 2014“.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy