MERCATO – Seck firma! “Grazie Lazio!” – FOTO

MERCATO – Seck firma! “Grazie Lazio!” – FOTO

AGGIORNAMENTO 19.48 – Il giovane Seck ha firmato (GUARDA LA FOTO). “Sono molto felice, per me è una nuova tappa. Sarà importante sognare giorno per giorno” ha scritto su Instagram, “Ringrazio la Lazio di questa opportunità” ha aggiunto su Twitter. A giorni, l’ufficialità. AGGIORNAMENTO – L’agente del ragazzo, Nunzio Marchione…

AGGIORNAMENTO 19.48 – Il giovane Seck ha firmato (GUARDA LA FOTO).Sono molto felice, per me è una nuova tappa. Sarà importante sognare giorno per giorno” ha scritto su Instagram, “Ringrazio la Lazio di questa opportunità” ha aggiunto su Twitter. A giorni, l’ufficialità.

AGGIORNAMENTO – L’agente del ragazzo, Nunzio Marchione manda attraverso twitter i suoi auguri al giovanissimo Seck: “Ti auguro tanta fortuna – cinguetta – sei un grande ragazzo e ora potrai sfondare! Un forte abbraccio 😉“. Marchione poi, agente fra gli altri anche dei due (già) biancocelesti Tounkara & Keita, retwitta e “risponde” a chi gli sconsigliava di portare i suoi gioielli, in casa Lazio. “Da appassionato di Calcio non farei mai crescere dei talenti in una società presieduta da uno come Lotito pur rimettendoci” gli scrive Marco, “Ognuno ha diritto alle proprie opinioni…” è la pronta risposta di Marchione a cui tanti laziali, chiedono di far diventare le giovanili biancocelesti, una piccola cantera.

(Foto: Gianlucadimarzio.com)



ROMA – Si chiama Moustapha Seck. E’ nato a Dakar, in Senegal, il 23 febbraio 1996. Possiede anche il passaporto spagnolo e compirà 18 anni tra sei mesi. Si poteva svincolare dal Barcellona, la Lazio lo ha acquistato: costerà intorno ai 200 mila euro. E’ cresciuto nella Cantera blaugrana, dove giocava con Tounkara, suo grande amico, gioiello della Primavera di Bollini, che all’inizio di giugno ha vinto lo scudetto. La Lazio lo ha ormai preso, mancano soltanto le controfirme per chiudere l’operazione. Il Barcellona ha già dato il via libera per le visite mediche. L’affare verrà formalizzato all’inizio della prossima settimana, quando Moustapha Seck verrà sottoposto alle visite mediche alla clinica Paideia. Ma già ieri era a Roma e ha visitato il centro sportivo di Formello, accompagnato dai genitori. Tra lunedì e martedì raggiungerà la Primavera nel ritiro di Rivisondoli. E’ un difensore centrale di colore e di piede mancino. Può essere impiegato anche come terzino sinistro. Si sprecano già i paragoni con Radu e magari avesse la classe dell’ex difensore della Dinamo Bucarest, significherebbe aver centrato un altro grande colpo in prospettiva.

INVESTIMENTO – Tare ci crede moltissimo e sta realizzando un nuovo investimento sulla Lazio del futuro, per questo motivo ha deciso di spendere per il ragazzo, considerato fortissimo. Non è casuale la scelta a completare il mosaico della Primavera: Seck è un mancino e potrebbe fare coppia con Josip Elez, difensore centrale di piede destro appena prelevato dall’Hajduk Spalato. Un tandem che verrà plasmato e cresciuto alla scuola di Bollini prima ancora di arrivare da Petkovic. Per il croato, classe ‘94 e di due anni più anziano di Seck, il discorso è differente perché molto più vicino (per età e per aver speso circa un milione di euro) all’ingresso in prima squadra, ma almeno inizialmente faranno tandem in Primavera. Seck arriva dal Barcellona nella scia di Tounkara e Keita, che si sta giocando la grande opportunità della carriera con Petkovic. Ma dovrà sudare, lottare e sgobbare: il talento non gli manca, ma alle prime uscite ha dimostrato qualche atteggiamento da star che un diciottenne deve eliminare. Seck rappresenta un’altra operazione sulla Primavera e arriva a pochi giorni dall’ingaggio di Christopher Oikonomidis, trequartista australiano con passaporto greco, ex Atalanta. (Il Corriere dello Sport)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy