MERCATO IN USCITA – Lazio, tesoretto di 20 milioni

MERCATO IN USCITA – Lazio, tesoretto di 20 milioni

ROMA – Forza otto. Calciatori svincolati/ceduti, sinora il risparmio è di circa 7 milioni netti sugli stipendi. Addirittura il doppio considerando i pagamenti lordi degli ingaggi. Con altre tre cessioni/rescissioni si potrebbe arrivare oltre i 20 milioni. Scaduti i contratti di Ledesma (1,3 milioni), Mauri (1), Ciani (0,9), Sculli (1,2),…

ROMA – Forza otto. Calciatori svincolati/ceduti, sinora il risparmio è di circa 7 milioni netti sugli stipendi. Addirittura il doppio considerando i pagamenti lordi degli ingaggi. Con altre tre cessioni/rescissioni si potrebbe arrivare oltre i 20 milioni. Scaduti i contratti di Ledesma (1,3 milioni), Mauri (1), Ciani (0,9), Sculli (1,2), venduto Cavanda (0,3), lasciati col cartellino in mano Novaretti (0,7), Pereirinha (0,5) ed Ederson (1,5 per un altro biennio). Dovrebbe toccare presto la stessa sorte a Cana (1,5) verso il Qatar, si cercherà poi di cedere anche Gonzalez (0,9) e Konko (1,5).

 

 

Lo scorso anno il monte ingaggi della Lazio era il settimo della Serie A, ammontando all’incirca a 56 milioni. Sicuramente si è abbassato già notevolmente, nonostante le nuove buste paga di Hoedt, Morrison, Patric e Kishna e i rinnovi già fatti (Radu) o prossimi (Marchetti, Biglia, Lulic?). Era tutto previsto nella strategia della Lazio, svelata tra l’altro fra le righe nelle parole d’addio di Ledesma: “Lotito vuole abbassare il tetto”. Detto, già fatto. Ma questi soldi verranno reinvestiti in un acquisto big dopo l’eventuale passaggio al girone Champions? Difficile, con questa filosofia al ribasso. Perché comunque grandi giocatori pretendono grandi stipendi…

 

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy