MERCATO – Konko, addio a fine stagione?

MERCATO – Konko, addio a fine stagione?

Torna, ma partirà. Giocherà, ma con tutta probabilità sarà addio a fine stagione. Riecco Konko, si riprenderà il posto da titolare a Parma, accadrà due mesi dopo l’ultima volta. Si era lesionato il legamento collaterale interno del ginocchio destro il 25 febbraio, la Lazio affrontava il Pescara. Konko finì ko,…

Torna, ma partirà. Giocherà, ma con tutta probabilità sarà addio a fine stagione. Riecco Konko, si riprenderà il posto da titolare a Parma, accadrà due mesi dopo l’ultima volta. Si era lesionato il legamento collaterale interno del ginocchio destro il 25 febbraio, la Lazio affrontava il Pescara. Konko finì ko, fu un infortunio traumatico, iniziò un nuovo calvario. Le sue qualità calcistiche sono fuori discussione, la sua affidabilità fisica non ha mai convinto pienamente. Certo, ci sono infortuni ed infortuni, guai dovuti a ricadute o a casualità. Quelli dell’anno scorso sono stati muscolari, l’hanno fiaccato più volte. Quest’anno ha trovato una continuità maggiore, ma a fine stagione (se sarà sempre in campo da qui all’ultima giornata) totalizzerà 26 presenze in serie A, le stesse fatte registrare nel torneo passato.

LO SCENARIO – Konko è un giocatore di talento, ha qualità e corsa, ma la sua autonomia è ridotta. Nel piano rinforzi programmato dalla Lazio è previsto l’arrivo di un terzino destro, di un uomo più giovane, che riesca a garantire un maggior numero di presenze. Konko non ha accusato solo infortuni, a volte ha faticato nel rientrare, nel rialzarsi e ritrovare subito la forma. A fine stagione sarà affrontato il suo caso, si valuterà ogni aspetto della vicenda. La società gli ha concesso una nuova occasione quest’anno, 12 mesi fa era a rischio taglio, la ripartenza era stata promettente. Le valutazioni finali saranno fatte a bocce ferme, ma l’intenzione del club è chiara. Konko è in bilico, se sarà messo ufficialmente sul mercato si cercherà la soluzione migliore per accontentare le esigenze di tutti, della Lazio e del giocatore. La fascia destra ha bisogno di rinforzi, di un titolare di ferro, di un’alternativa valida. Lotito e Tare credono in Pereirinha, lo confermeranno. A destra occorrono scelte vincenti, il ricambio generazionale (considerando la partenza di Cavanda) è necessario.


LA SFIDA – Konko proverà a cambiare il futuro nelle prossime partite, iniziando da Parma. Si piazzerà a destra, completerà la linea difensiva titolare, si affiancherà a Biava, Dias e Radu. Si è accomodato in panchina a Udine, sarà rilanciato al “Tardini”. I due mesi di stop non gli permetteranno di essere al top della forma fisica, non ha i 90 minuti nelle gambe, proverà a reggere l’impatto. Petkovic ha chiesto una prova d’orgoglio ai suoi uomini, una prova di carattere. Le condizioni generali della squadra non sono delle migliori, la stanchezza si fa sentire, gli acciacchi limitano il rendimento di molti big, in questi casi bisogna affidarsi al talento e alle motivazioni. Konko cercherà di rilanciare la sua candidatura, la Lazio gli ha permesso di riproporsi in Italia dopo l’esperienza vissuta in Spagna e il ritorno fugace al Genoa. La storia è destinata a finire, lasciarsi da vincenti renderebbe tutto meno amaro.

Fonte: Il Corriere dello Sport