MERCATO – Sogno Yilmaz, Lotito offre anche Kozak

MERCATO – Sogno Yilmaz, Lotito offre anche Kozak

No al prestito con riscatto, no ai 10 milioni di euro pagabili in quattro anni. No e poi no, per adesso: «Yilmaz non va da nessuna parte», ha tuonato Unal Aysal, il presidente del Galatasaray. I turchi fanno la voce grossa, ma non chiudono la porta. Le prime proposte della…

No al prestito con riscatto, no ai 10 milioni di euro pagabili in quattro anni. No e poi no, per adesso: «Yilmaz non va da nessuna parte», ha tuonato Unal Aysal, il presidente del Galatasaray. I turchi fanno la voce grossa, ma non chiudono la porta. Le prime proposte della Lazio sono state respinte, fa parte dei giochi. Lotito non s’è arreso, ha un buon rapporto col collega, ha effettuato il terzo rilancio. Il presidente della Lazio ha offerto Kozak al Galatasaray più un conguaglio economico di circa 4-5 milioni. Kozak è valutato otto milioni di euro, con questa mossa la società biancoceleste sta provando a convincere i turchi a sancire l’affare. Ma Kozak può interessare al Galatasaray? Ha in rosa campioni del calibro di Drogba e Sneijder e sogna il ritorno di Arda Turan (Atletico Madrid). C’è un altro discorso da fare, frena le speranze laziali: il Galatasaray, in caso di cessione, deve riconoscere il 25% dell’incasso al Trabzonspor (l’ex club del giocatore), in tasca rimarrebbe pochi spiccioli. Yilmaz è in attesa, ha espresso al suo manager il desiderio di lasciare la Turchia, ha rotto con Terim, vuole cambiare aria. Burak pubblicamente non è uscito allo scoperto: «So cosa si dice di me, conosco le notizie di un mio trasferimento. Ma sono felice al Galatasaray, non mi muovo», ha fatto sapere dopo il match giocato col Gaziantepspor (un gol e un assist per lui).

 

GLI OSTACOLI – L’affare Yilmaz non è semplice, l’abbiamo sempre detto. Gli ostacoli sono economici, pesa la valutazione del Galatasaray, pesa anche l’ingaggio dell’attaccante (dovrebbe confermare con i fatti la volontà di abbassarsi lo stipendio, in Turchia percepisce circa 3 milioni). Lotito sta lavorando in prima persona per tentare il colpaccio, l’idea d’arrivare a Yilmaz un anno dopo lo intriga terribilmente. L’offerta Kozak è sul tavolo, s’attende una risposta dei turchi. Secondo certe indiscrezioni sarebbe stato proposto anche Stankevicius (un sondaggio per il lituano l’avrebbe fatto il Besiktas, altro club turco). Yilmaz blocca Perea, il baby colombiano è nel suo Paese, attende notizie. La società entro domenica libererà il posto da extracomunitario che occorre per tesserare il nuovo bomber: Adeleke, ex difensore della Primavera e della Salernitana, finirà nella serie B svizzera, vanno chiusi gli accordi (sperando che non rifiuti la cessione all’ultimo momento come fatto da Emmanuel Sani).
BERISHA – Siamo sempre lì, si gravita attorno a due ruoli: l’attaccante e il vice Marchetti. Bizzarri è ancora a Formello, è saltato definitivamente il passaggio al Genoa (sembrava essersi riaperto uno spiraglio). Il suo manager, Matteo Materazzi, ha parlato ieri a Radio Sei: «Qualche settimana fa avevamo un’offerta importante del Genoa, non si è potuta concretizzare per i problemi che aveva Lazio nel trovare un secondo portiere, i liguri non hanno più questa esigenza. Si sono fatte avanti altre squadre, ma sono in stand-by, tutto si deciderà nell’ultima settimana di mercato. La Samp? Credo voglia provare con Da Costa. Bizzarri potrebbe interessare, ma Osti non mi ha dato certezze in merito. Percentuali di partenza? Non sono molto possibilista». Etrit Berisha (in attesa del passaporto comunitario) è il prescelto per sostituire Bizzarri, ma la Lazio potrebbe prenderlo comunque, crede in lui per il futuro (l’argentino è in scadenza a giugno). Materazzi non ha escluso l’ipotesi: «C’è un problema con il Chievo adesso, non si sa se è valido o meno il contratto che Berisha ha firmato. Non credo comunque che il destino di Bizzarri sia legato a quello dell’albanese». La storia è sempre la stessa: il Chievo ha depositato un contratto preliminare in Lega (valido dal gennaio 2014), il portiere non lo ritiene valido.

 Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy