MERCATO – Tare, presto incontro con Marroccu?

MERCATO – Tare, presto incontro con Marroccu?

ROMA. Dove lo avevamo lasciato? Secondo in classifica, già un Natale coi fiocchi. Ma adesso per Vladimir Petkovic inizia la parte più complicata, quella delle conferme. Ormai non è più lo “sconosciuto” di inizio stagione, anzi. Gli avversari stanno imparando a conoscerlo e per questo ogni domenica dovrà inventarsi “tagli”…

ROMA. Dove lo avevamo lasciato? Secondo in classifica, già un Natale coi fiocchi. Ma adesso per Vladimir Petkovic inizia la parte più complicata, quella delle conferme. Ormai non è più lo “sconosciuto” di inizio stagione, anzi. Gli avversari stanno imparando a conoscerlo e per questo ogni domenica dovrà inventarsi “tagli” nuovi per il look della sua Lazio «camaleontica». Ma un vincente si ciba di vittorie e la danza dei record è appena all’inizio. Si parte già da domani, contro il Cagliari, per eguagliare i 39 punti di Eriksson al giro di boa nell’anno dello scudetto. Serve una vittoria contro i sardi, nella giornata forse più complicata per la Lazio negli ultimi tempi: la nefasta Epifania, che vede i biancocelesti senza vittoria e senza gol nelle ultime due stagioni. Con Reja lo scorso anno il ritorno in campo dopo il panettone produsse addirittura la sonora lezione di Siena (4-0), maturata soprattutto per l’atteggiamento remissivo dei giocatori.



COLLETTIVO – Per evitare nuovi scivoloni del genere, Petkovic ha chiamato tutti a raccolta il 31 dicembre, niente trasvolate oceaniche per i sudamericani. «Stringere la cinghia, avere obiettivi chiari e fare gioco di squadra», la ricetta del tecnico, ribadita in un’intervista a Panorama in cui ha anche parlato del mercato, che per la Lazio si preannuncia soprattutto di snellimento della rosa: «Abbiamo buone potenzialità ma forse anche una rosa con qualche giocatore di troppo. Un’attenta attività di scouting e una buona pianificazione possono aiutare la squadra a rafforzarsi e crescere ancora a costi sostenibili, soprattutto con i giovani». In cima ai principi fondamentali della sua Costituzione c’è il collettivo: «Puntare più sul gruppo che sugli individui, oggi i giocatori di classe si pagano diverse decine di milioni e sono pochi i club che possono permetterseli. Perciò si deve anzitutto cercare di utilizzare al meglio le risorse a disposizione e guardare al domani».

MERCATO – Da lunedì il mercato biancoceleste entrerà nel vivo e proprio l’arrivo del Cagliari a Roma potrebbe portare Tare attorno a un tavolo con il dg rossoblu Marroccu: l’obiettivo è strappare Nainggolan. Intanto dalla Svezia ieri ha parlato Jiloan Hamad, 22 anni, centrocampista del Malmoe accostato – tra gli altri club – anche alla Lazio: «So dell’interesse di molte squadre ed è lusinghiero essere accostato a club di tale importanza, se c’è anche solo una voce significa che c’è qualcosa di vero». In serata infine, ecco il tweet polemico di Mauro Zarate: «In partenza per Roma! A fare il “pastore di Formello” per un anno!!!».

Fonte: Simone Di Stefano – TuttoSport

rm/cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy