METEORE – Giallombardo al Gubbio: “Voglio segnare”

METEORE – Giallombardo al Gubbio: “Voglio segnare”

“Bucchi da giocatore? Un bel rompiballe. L’ho incontrato da avversario: io giocavo nell’Ascoli e lui nel Cesena. Era uno bravo, un attaccante potente, pericoloso, insomma non era facile marcarlo. Ma l’ho avuto anche come compagno di squadra giocavamo insieme ad Ascoli. Come era? Un bel rompi… anche lì. Non era…

“Bucchi da giocatore? Un bel rompiballe. L’ho incontrato da avversario: io giocavo nell’Ascoli e lui nel Cesena. Era uno bravo, un attaccante potente, pericoloso, insomma non era facile marcarlo. Ma l’ho avuto anche come compagno di squadra giocavamo insieme ad Ascoli. Come era? Un bel rompi… anche lì. Non era mai contento, era un perfezionista, voleva e dava sempre il massimo. Se si accorgeva che un compagno di squadra che stava dando un po’ di meno in campo lo spronava, lo incitava. Ma mai a brutte parole, sempre in maniera propositiva e stimolante. Insomma è stato un gran calciatore”. E come allenatore? “Un bel rompi….. anche da tecnico. E’ un perfezionista. Ha tanto entusiasmo, vuole arrivare, ha fame di vincere. In una parola: è bravo”.
Andrea Giallombardo è un calciatore con la “C” maiuscola. Classe 1980, romano de Roma, ha militato in squadre come Lazio, Catania, Ascoli, Messina, Foggia, Grosseto, Livorno, Viareggio, Latina e ha uno score eccellente: ha inanellato 95 presenze in Lega Pro tra Prima e Seconda divisione,ha giocato186 partite in serie B, e 43 in serie A. Ha un solo gol all’attivo, nella stagione 2001-2002 con la maglia del Viareggio. Sarebbe ora di segnarne qualcun altro, magari quest’anno con la maglia del Gubbio.” Magari – risponde sorridente il difensore – non si può certo dire che il gol sia la mia specialità. Il mio lavoro in campo però è diverso, non ho molte occasioni per arrivare al tiro”. (Corriere dell’Umbria)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy