Oddo: ‘Grande Lazio, merito di Petkovic’

Oddo: ‘Grande Lazio, merito di Petkovic’

ROMA – Il campionato è in sosta causa impegni delle nazionali, è tempo delle prime analisi dopo l’avvio di stagione biancocelesei. La Lazio, dopo un precampionato che ha suscitato perplessità, ha risposto brillantemente alla critica guadagnando consensi. Ha impressionato il lavoro di Valdimir Petkovic, neofita del calcio italiano che ha…

ROMA – Il campionato è in sosta causa impegni delle nazionali, è tempo delle prime analisi dopo l’avvio di stagione biancocelesei. La Lazio, dopo un precampionato che ha suscitato perplessità, ha risposto brillantemente alla critica guadagnando consensi. Ha impressionato il lavoro di Valdimir Petkovic, neofita del calcio italiano che ha stupito ambiente e addetti ai lavori. Uno di questi è l’ex-terzino laziale Massimo Oddo, che ai microfoni di Lazio Style Radio ha fatto il punto sul momento Lazio:

PETKOVIC PROMOSSO A PIENI VOTI: “E’ partita alla grande, non solo sul piano dei risultati ma anche sul piano del gioco. Soprattutto contro il Palermo,  ha dimostrato di essere una squara compatta e che ha vinto con grande merito. Bisogna dare merito al Petkovic e alle sue idee. L’allenatore in generale è fondamentale. Puoi avere tutti i giocatori che vuoi, ma se non li sai assemblare non serve a nulla. Anche lo stesso giocatore si sente meglio nella misura in cui viene sfruttato al massimo delle sue potenzialità. Spesso dipende da una posizione che cambia anche di pochi metri, come visto con Hernanes. oppure uno come Lulic, che quando guarda verso la porta è devastante, mentre in posizione avanzata giocherebbe troppo spesso di spalle”.

SUPER LAZIO E SUPER KLOSE: “La squadra non si accontenta mai, gioca sempre il pallone. Quello che impressiona di più è che ha sempre giocato all’attaco per cercare il gol, senza mai chiudersi in difesa. In campionato ho visto due partite quasi perfette sul piano tattico, tutti quanti hanno giocato bene. Poi ovvio che le qualità dei singoli vengono sempre fuori. Quella del secondo gol di Klose è stata una giocata da vero fuoriclasse, se lo vedi sembra normale, ma in verità lo è solo per i campioni come lui. Le fa con naturalezza, gli escono spontanee, sono le capacità dei grandi giocatori. E’ bravissimo nei tempi, sia nelle palle laterali che verticali. E’ bravo ad inserirsi dietro le liee, come nel sapersi posizionare in area per ricevere un cross.”.

I TERZINI VIAGGIANO CON PETKO: “Tutto dipende dal tecnico. Quando hai un allenatore propositivo è normale, perchè per scardinare le difese avversarie servono proprio gli uomini aggiunti come i difensori di fascia. Io credo che alla base del bel gioco ci siano sempre soprattutto le sovrapposizoni alle spalle degli attaccanti”

LAZIO POCO CONSIDERATA: “In italia se compri tanto diventi quella attrezzata per vincere, invece non è così. L’anno scorso la Lazio ha fatto benissimo, sicuramente lottteà per i vertici anche se in passato non era pronta per vincere. Quest’anno ha fatto un paio d’innesti e rimane forte. Non conosco Ciani, ma Ederson è un ottimo giocatore, che ha qualità ma anche quantità. Un centrocampista offensivo che sa aiutare i compagni”.

LOTTA SCUDETTO: “Un campionato molto equilibrato, anche se la favorita rimane la Juventus. Sulla carta è la più pronta per vincere il campionato. Poi, ahimè, mi tocca dire la Roma perchè è costrita ad hoc per il suo allenatore. Poi Lazio, Milan, Napoli e Inter, tutte sullo stesso piano. Lazio squadra molto competitiva, lo dimostrano i risultati degli ultimi anni e si può ripetere. Anzi, io credo che possa anche fare meglio”.

GIRONE EL, SI PUO’ FARE: “Sono tutti campi difficili. Il Tottenahm in casa è molto forte, fuori meno come tutte le inglesi. Maribor è un campo difficile, mentre in Panathinaikos è una squadra da rispettare, ma non è certo superiore alla Lazio. Ci sono i presupposti per passare il turno”

COPPA ITALIA, APICE DELLA VITA LAZIALE: “Uno dei ricordi più belli con la Lazio, il coronamento della felicità degli anni passati in biancoceleste. Sono rimasto molto legato con l’ambiebte e i tifosi, mi riempie d’orgoglio ogniqualvota torno a Roma, di trovare tante manifestazioni di affetto e stima”.


F.P.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy