Oddo incontra Toni, “Non abbiamo..”

Oddo incontra Toni, “Non abbiamo..”

PUBBLICATA IERI 24-10-2012 FIRENZE – Visita a sorpresa quest’oggi, per l’ex-attaccante giallorosso Luca Toni, da parte invece dell’ex-biancoceleste Massimo Oddo, che quest’oggi ha fatto capolino al centro sportivo viola. I due sono molto amici per i trascorsi passati insieme, sia in nazionale che al Bayern Monaco, hanno passato qualche moneto…

PUBBLICATA IERI 24-10-2012


FIRENZE – Visita a sorpresa quest’oggi, per l’ex-attaccante giallorosso Luca Toni, da parte invece dell’ex-biancoceleste Massimo Oddo, che quest’oggi ha fatto capolino al centro sportivo viola. I due sono molto amici per i trascorsi passati insieme, sia in nazionale che al Bayern Monaco, hanno passato qualche moneto insieme.  Oddo segue il corso da allenatore a Coverciano, ragione per cui oggi ha fatto una piccola deviazione sul percorso e incontrarsi con il vecchio compagno di avventure. Inevitabile pesare che i due, possano essersi scambiati qualche battuta sulla prossima partita del Franchi, tra Fiorentina e Lazio, per questo abbiamo contattato il terzino che ha da poco concluso la sua carriera.

Oggi l’incontro a sorpresa con Toni. Si è parlato di Fiorentina-Lazio?

“No no (ride ndr), non abbiamo parlato di calcio. Ero a Firenze per questioni di lavoro a Coverciano, siamo molto amici dopo i tanti anni da compagni di squadra, così ho approfittato per salutarlo”.

Rimanendo in tema, che partita ti aspetti al Franchi?

“Sicuramente una bellissima partita, tra due squadre che giocano un bel calcio, un calcio propositivo. Sarà un belvedere per tifosi e addetti ai lavori”.

Le assenze viola peseranno sullo spettacolo generale?

“Le assenze di giocatori importanti pesano sempre, è inevitabile. Però la Fiorentina è una squadra molto organizzata, chiunque giocherà saprà molto bene cosa fare in campo. Perchè Montella è un tecnico molto preparato, come del resto lo è anche Petkovic dall’altra parte, entrambi in grado di sostituire al meglio i titolari”.

Montella vs Petkovic, sfida tra i migliori tecnici del campionato?

“Diciamo che sarà la sfida tra le due squadre che giocano meglio, questo si. I tecnici hanno dato un’impronta orientata alla qualità e questa è sicuramente una cosa positiva per il nostro calcio”.

Lavori per un futuro da allenatore?

“Voglio tenermi tute le piste aperte per continuare in questo mondo, perciò sto studiando anche da direttore sportivo, come è giusto che sia. Credo molto nel destino, non penso al futuro, ma cerco di prepararmi al meglio per il presente”.

Tornando alla squadra laziale, domani c’è Panathinaikos-Lazio. Trasferta difficile?

“Quando si va giocare in Grecia, trovando questi campo molto “caldi”, non è mai facile. Il Pana è un club con una grande tradizione e una grande storia, pertanto sarà un match avvincente, duro problematico. Ma la Lazio ha dimostrato di avere tutte le qualità per far bene ovunque”.

Francesco Pagliaro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy