Pancaro: ‘Volevamo Cavanda al Modena’

Pancaro: ‘Volevamo Cavanda al Modena’

ROMA – Per Giuseppe Pancaro, intervistato dai microfoni di Radio Manà Manà, la prossima sfida tra Lazio e Milan: “Sarà uno spettacolo, una partita affascinante aperta ad ogni risultato con gli uomini di Petkovic, che godono di ottima salute a fronte di una grande in difficoltà che sta facendo il…

ROMA – Per Giuseppe Pancaro, intervistato dai microfoni di Radio Manà Manà, la prossima sfida tra Lazio e Milan: “Sarà uno spettacolo, una partita affascinante aperta ad ogni risultato con gli uomini di Petkovic, che godono di ottima salute a fronte di una grande in difficoltà che sta facendo il massimo”. In veste di doppio ex ha vinto tutto, nella sua esperienza laziale e poi milanista(ora vice allenatore del Modena), ma il suo cuore è più vicino alla capitale: “Rispetto alle altre, per la squadra biancoceleste ho un debole per le forti emozioni vissute in quegli anni nella capitale. Anche al Milan sarò grato per sempre, come alla maglia azzurra che ho avuto l’onore di indossare”. A proposito di nazionale, Pancaro ha un consiglio per Prandelli: “Marchetti merita la convocazione”. Mentre per rimanere al calcio nostrano, per la corsa al tricolore la Juventus è in vantaggio su tutti: ” La Juve è due gradini sopra a tutti. Napoli, Lazio, Milan e Inter si contenderanno il secondo posto. La Roma di Zeman? Mi convince poco“. In conclusione rivela un retroscena di mercato legato a Luis Pedro Cavanda, rivelazione e protagonista del nuovo corso targato Petkovic: “Con Dario (Marcolin ndr) avevamo chiesto Cavanda. Non se n’è fatto nulla e sono contento per il giocatore, che ha la possibilità di dimostrare il suo valore nella Lazio”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy