Petkovic: “Il Trabzonspor? Non abbiamo paura!”

Petkovic: “Il Trabzonspor? Non abbiamo paura!”

ROMA – Nel quartier generale biancoceleste, è arrivata l’agenzia di stampa Turca Doğan, che, in vista delle prossime sfide della Lazio con il Trabzonspor, ne ha approfittato per realizzare una bella ed interessante intervista con il mister laziale Vlado Petkovic. Eccola di seguito. Oramai è più di un anno che…

ROMA – Nel quartier generale biancoceleste, è arrivata l’agenzia di stampa Turca Doğan, che, in vista delle prossime sfide della Lazio con il Trabzonspor, ne ha approfittato per realizzare una bella ed interessante intervista con il mister laziale Vlado Petkovic. Eccola di seguito.

Oramai è più di un anno che è in Italia: come si trova con la città e con il club?

Questa è una grande società che ha le sue radici in una altrettanto grande città. Stiamo cercando di raggiungere grandi obiettivi e qualcuno lo abbiamo già portato a casa, come la Coppa Italia che abbiamo vinto nel derby di finale al culmine di una stagione piuttosto difficile.

 

Ha continuato a seguire il campionato Turco, dopo la sua esperienza in questa lega?

Si, lo seguo e come. Ma ci sono delle cose che non mi piacciono. Come quello che è accaduto nell’ultimo derby (invasione di campo durante Besiktas-Galatasaray ndr). Sono cose che non fanno bene al calcio e a tutti i fan di questo sport.

Fatih Terim ha deciso di allenare sia Nazionale che Galatasaray, come è possibile portare avanti una cosa simile, sotto il profilo lavorativo? Si può essere pronti allo stesso modo su due fronti diversi?

Se fai una cosa del genere, i problemi potrebbero sorgere alla lunga. Ma in Turchia, una leggenda come Terim è in grado anche di questo. Lui è un ottimo allenatore e anche un grande psicologo, sempre molto carismatico. I suoi comportamenti motivano molto i giocatori e i risultati, parlano per lui.

La Nazionale Turca ha conseguito una vittoria importante contro la Romania, riuscirà a qualificarsi per il mondiale Brasiliano?

Ovviamente dovrà andare tutto liscio, ma penso che alla fine la Turchia potrà farcela.

Il tre ottobre la Lazio incontrerà il Trabzonspor: che squadra è? Ha avuto – secondo lei – miglioramenti negli ultimi anni?

Due anni fa era davvero una grande squadra. Lo scorso anno ha avuto qualche difficoltà perchè diversi allenatori si sono alternati sulla panchina. In questi anni, hanno avviato un progetto importante: tutta la città affolla lo stadio e dimostra che il Trabzonspor è pià che mai vivo. Sarà difficile giocare contro di loro.

Cosa la spaventa maggiormente?

I loro sostenitori, il loro tifo. Sarà sicuramente energico. Hanno buoni giocatori a centrocampo e in attacco, come Zokora e Henrique. Sono calciatori di valore, ma la mia squadra non ha paura di nessuno di loro. Siamo un buon team.

E’ da molto tempo che non torna in Turchia: come si sente lontano da qui?

La Turchia mi ricorda sempre con affetto e questo lo noto giorno dopo giorno. Ho un buon rapporto con tante persone, che sono rimaste qui.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy