Petkovic: ‘Abbiamo una fame infinita’

Petkovic: ‘Abbiamo una fame infinita’

FORMELLO – Finalmente si riparte. Domani la Lazio volerà a Verona per la trasferta contro il Chievo di Pioli. Oggi è tempo della tipica conferenza pre-gara del tecnico nbiancoceleste Vladimir Petkovic, che alla vigilia analizza la sfida di domani: Quanto è importante essere primi in classifica e rimanerci? Gli avversari…

FORMELLO – Finalmente si riparte. Domani la Lazio volerà a Verona per la trasferta contro il Chievo di Pioli. Oggi è tempo della tipica conferenza pre-gara del tecnico nbiancoceleste Vladimir Petkovic, che alla vigilia analizza la sfida di domani:

Quanto è importante essere primi in classifica e rimanerci? Gli avversari ora adotteranno contromisure?

“E’ sempre importante avere i risultati, che ti danno stimo lo e spinta per dare e migliorarsi di più.  Non guardando la classifica, dovrà essere una bella conferma del lavoro fatto fino adesso, per dimostrare una fame infinita e dare sempre il massimo per vincere ogni gara. Senza fare calcoli, ma per dimostrare partita dopo partita cher siamo più forti dell’avversario. Con la Lazio le altre squadre già facevano i loro calcoli, ora ci prenderanno più sul serio. Dopo due partite sembra che siamo dei campioni, sicuramente tenteranno dileggere il nostro gioco e prendere le contromisure. Dovremo essere molto variabili nellla nostra proposta”.

Che partita dsi aspetta contro il Chievo?

“Conterà l’approccio mentale, domani mi asapetto dal primo secondo e per tutti i 90′ la vera Lazio. Vogliamo confermare questo momento positivo e prolungarlo, contro una squadra molto forte in casa, sempre pronta a far male col le ripartenze dei suoi attaccanti”.

In vista della lunga serie di impegni applicherà il turnover?

“Per me esiste sempore e solo la prossima partita, contro il Chievo sarà dura e difficile, ma noi vogliamo ancora fare punti e mantenere questa tendenza positiva”. Per me è importante che oigni partita devo valutare i giocatori, se qualcuno mi comunicherà un pò di stanchezza allora lo prenderò in considerazione

Lulic ce la farà?

“Non è detto che sia pronto per giocare domani, oggi vedrò come si comporta in allenamento. Sono pronte diverse soluzioni, abbiamo una rosa in grado di sostituirlo. Cavanda, come Scaloni o Konko hanno le potenzialità per sostituirlo al meglio”.

Diakitè invece come sta?

“Era quasi pronto, ha una differenza di muscolatura tra gamba destra e sinistra. Sente ancora paura, ora stileremo un programma personalizzato anche insieme al preparatore Rongoni”.

Ciani e Ederson sono pronti all’esordio?

“Stanno abbastanza bene. Ederson sta recuperando, ma gli mancano i contrasti di gioco e il ritmo partita, lo inserirò piano piano per non rischiare di bruciare troppo velocemente le tappe. Ciani si sta inserendo molto bene, ma ci sono anche altri giocatori molto in forma, potrebbe comunque trovare spazio già da domani”.

Floccari sarà il vice-Klose?

“Non ci sono vice, o terzi o quarti. Ci sono giocatori che sono pronti a dare tutto per la squadra. Klose è un nostro punto di riferimento, se in futuro dovesse saltare qualche gara ho tanti giocatori che possono fare bene”.

C’è qualcuno rimasto a Roma che merita la nazionale?

“Da una parte non mi dispiace che qualcuno sia rimasto qui, anzi avrei preferto lavorare con tutti gli effettivi per provare alcune cose. L’importante è che tutti facciano bene con la lazio, poi per la nazionale si vedrà”.

Difesa a tre da escludere?

“Azzardare senza provare non porta da nessuna parte. Avremo tempo per provare e metterci a disposizione un’altra alternativa”.

 

F.P.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy