Pin promuove Marchetti: ”Nazionale? presto…”

Pin promuove Marchetti: ”Nazionale? presto…”

ROMA – La Lazio non si può più nascondere, con la Juventus a tre punti è inevitabile parlare di scudetto dalle parti di Formello. Anzi. C’è chi ci crede fermamente, come l’ex-centrocampista biancoceleste Gabriele Pin, che a Roma ha vissuto emozioni forti, da vero protagonista, come nella famosa stagione dei…

ROMA – La Lazio non si può più nascondere, con la Juventus a tre punti è inevitabile parlare di scudetto dalle parti di Formello. Anzi. C’è chi ci crede fermamente, come l’ex-centrocampista biancoceleste Gabriele Pin, che a Roma ha vissuto emozioni forti, da vero protagonista, come nella famosa stagione dei -9.  Ora è il vice di Prandelli in Nazionale. Ecco le su parole, rilasciate ai microfoni di Radio Radio: 

I RICORDI LAZIALI – “E’ normale che dopo sei anni passati alla Lazio, molto particolari e intensi, conservi un legame affettivo. A partire dal famoso anno dei meno nove, che è stata una pagina importante di questa società che ho vissuto da protagonista. Seguo sempre le vicende della Lazio”.

SUL MAESTRO FASCETTI – “Quell’anno lì Fascetti è stato la figura ideale, molto caratteriale, che ci ha protetto da tutte le negatività che c’erano all’esterno e ci aiutato a portare a termine un’impresa incredibile”. 

MARCHETTI E LA NAZIONALE – ”Sicuramente il rendimento di Marchetti è sotto gli occhi di tutti. Abbiamo un osservatore che lo segue sempre, c’era anche con l’Atalanta. Arriverà anche il suo momento, in questo momento è il portiere che seguiamo di più, l’importante è che continui a fare quello che sta facendo. E’ un professionista esemplare e presto verrà premiato”

LAZIO DA SCUDETTO – “Ora la Lazio è più di un anno che è ad alti livelli, secondo me la cosa più sorprendente è che sta giocando su tre fronti mantenendo un rendimento eccezionale. Credo che sia importante che ci sia convinzione all’interno dello spogliatoio, che fuori non si parli di scudetto potrebbe anche essere un vantaggio, una sfida per far ricredere tutti. Petkovic è molto bravo, soprattutto a gestire l’ambiente romano. L’importante è che l’entusiasmo serva come benzina per la propria autostima”.

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy