PLAYERS – Primo contratto da «pro» per Filippini, il terzino ha fatto dimenticare Marin

PLAYERS – Primo contratto da «pro» per Filippini, il terzino ha fatto dimenticare Marin

Il primo problema che si è dovuto porre Alberto Bollini a inizio stagione era stato quello di trovare uno che non facesse rimpiangere Vlad Marin, passato al Manchester City tra mille polemiche. È stato preso anche uno spagnolo (Luque Quintero), ma la Lazio il sostituto ce lo aveva già in…

Il primo problema che si è dovuto porre Alberto Bollini a inizio stagione era stato quello di trovare uno che non facesse rimpiangere Vlad Marin, passato al Manchester City tra mille polemiche. È stato preso anche uno spagnolo (Luque Quintero), ma la Lazio il sostituto ce lo aveva già in casa. E Lorenzo Filippini ha convinto tutti (tecnico e società) a tal punto che il club lo ha blindato con un contratto fino al 2015. Stranieri a parte, è il terzo ’95 prodotto del vivaio a firmarlo, dopo Cristiano Lombardi (in panchina contro Borussia Moenchengladbach e Stoccarda) e Luca Crecco (convocato sia giovedì scorso che domenica contro il Torino). Filippini, 18 anni il prossimo 25 luglio, frequenta il quarto anno di liceo scientifico, è arrivato alla Lazio nel 2004 e ha fatto tutta la trafila fino ad arrivare in Primavera, con cui già lo scorso anno aveva preso parte al Viareggio (era l’unico ’95, insieme allo stesso Marin). Con Inzaghi negli Allievi (prima Fascia B poi Nazionali) e con Bollini ora, ha giocato sia da centrale, che da terzino sinistro, ricoprendo entrambi i ruoli con ottimi risultati. Il prossimo obiettivo, ora, è stupire Petkovic.

Fonte: Gazzetta dello Sport ed.Romana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy