Podolski: ‘ Miro, chapeau! ‘

Podolski: ‘ Miro, chapeau! ‘

DUBLINO – Venerdì la nazionale di Loew, in testa al girone C con 6 punti, affronterà l’arcigna selezione di Giovanni Trapattoni. A guidare i teutonici nel primo, vero, test impegnativo nelle gare di qualificazioni a Brasile 2014, ci sarà naturalmente Miro Klose. Il campione biancoceleste era stato beccato in settimana…

DUBLINO –  Venerdì la nazionale di Loew, in testa al girone C con 6 punti, affronterà l’arcigna selezione di Giovanni Trapattoni. A guidare i teutonici nel primo, vero, test impegnativo nelle gare di qualificazioni a Brasile 2014, ci sarà naturalmente Miro Klose. Il campione biancoceleste era stato beccato in settimana dal presidente del Bayern, reo di “Segnare solo con suadre del livello del Lichtestein”  prontamente difeso dal team manager della Germania Oliver Bierhoff: “Talvolta è meglio tacere”.  Voce di ragionevole discordia, alla quale si è aggiunta quella del suo ex-gemello ai tempi di Monaco di Baviera: Lukas Podolski. L’attaccante ora in forza all’Arsenal, prima della partenza per il Regno Unito, ha speso parole d’ammirazione per il compagno: ” Per tutto quello che ha fatto per il cacio tedesco, ci si può solo levaei il cappello davanti a Miro”. Parole ribadite direttamente dal ritiro irlandese: “Tutta la squadra ha grande stima di lui e nonostante gli anni è ancora il migliore, sia in nazionale, sia in Italia dove sta facendo grandi cose alla Lazio. Giocherà fino a 40 anni “.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy