PRIMAVERA – Bollini sicuro: “Rozzi? Alcuni tornano a casa”

PRIMAVERA – Bollini sicuro: “Rozzi? Alcuni tornano a casa”

ROMA – Ai microfoni di LazioStyle è intervenuto l’allenatore della primavera Alberto Bollini che ieri ha analizzato la partita dell’Italia Under 19 che ha dato modo di giocare anche a talenti biancocelesti come Crecco e Lombardi: “Crecco ha giocato a centrocampo come esterno alto di sinistra. Lombardi è subentrato per…

ROMA – Ai microfoni di LazioStyle è intervenuto l’allenatore della primavera Alberto Bollini che ieri ha analizzato la partita dell’Italia Under 19 che ha dato modo di giocare anche a talenti biancocelesti come Crecco e Lombardi: “Crecco ha giocato a centrocampo come esterno alto di sinistra. Lombardi è subentrato per giocarsi gli ultimi venti minuti ed è stato molto bravo anche in fase di non possesso palla. Della nostra nazionale, erò, mi ha impressionato il portiere che attualmente è nel Manchester. Mi piace questa nazionale perchè i ragazzi capiscono che ci vuole, oltre al divertimento, il senso di professionallità”. L’Italia ha vinto ma non ha giocato tutta la partita al massimo delle potenzialità: “Sicuramente molto meglio il secondo tempo. La partita non è iniziata benissimo ma secondo me è merito degli avversari che sono stati molto bravi. La Bulgaria mi ha sorpreso sia dal punto di vista tecnico che tattico e ha messo in difficoltà l’Italia che non riusciva a fraseggiare nel reparto centrale”.

Il mister si ocupa, oltre della crescita calcistica, di quella morale di ogni ragazzo: “Noi ci impegnamo a capire il senso dell’educazione e responsabilità”. E’ iniziato un nuovo campionato da vivere con maggiore spirito visti i grandi successi della passata stagione: “Ora dobbiamo stare attenti perchè chi viene ci affronta con un altro morale. Siamo i campioni e ora siamo visti in modo nettamente diverso: senso dell’educazione significa anche attaccamento a questa maglia e appartenenza ai colori biancocelesti che ora sono importanti. Tutto questo per onorare lo scudetto che è uno stimolo in più per questi ragazzi per avere il giusto ateggiamento”.

Ieri ha giocato anche Antonio Rozzi: “Ha giocato tutta la partita con il Real anche se sconfitto. Sono rimasti tutti molto affezionati a lui: anche i tifosi. Continuare a seguire questi giovani è anche un modo per notare la loro effettiva maturazione: così, magari, un giorno, potranno tornare qui a Roma per esprimersi nella categoria superiore”.

cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy