ESCLUSIVA – Mauri,faccia a faccia col nemico – VIDEO

ESCLUSIVA – Mauri,faccia a faccia col nemico – VIDEO

Pubblicato ieri 4 settembre 2013 ESCLUSIVA – AGGIORNAMENTO ORE 18:40 – Nella riunione odierna in via Campania, la Corte Federale, non ha preso in esame la situazione legata alla squalifica di Stefano Mauri. La questione infatti, non era all’ordine del giorno, e mancavano inoltre due giudici deputati ad esprimere il…

Pubblicato ieri 4 settembre 2013

ESCLUSIVA – AGGIORNAMENTO ORE 18:40 – Nella riunione odierna in via Campania, la Corte Federale, non ha preso in esame la situazione legata alla squalifica di Stefano Mauri. La questione infatti, non era all’ordine del giorno, e mancavano inoltre due giudici deputati ad esprimere il loro parere. Ne è stata decisa al momento la calendarizzazioni delle eventuali audizioni. Ma secondo indiscrezioni raccolte dalla redazione di Cittaceleste.it, i giudici starebbero pensando ad un faccia a faccia tra il grande accusatore Carlo Gervasoni e il capitano della Lazio, Stefano Mauri.

AGGIORNAMENTO ORE 16:50 – All’uscita dalla Corte di Giustizia Federale, Claudio Lotito si è fermato a parlare con alcuni tifosi della Salernitana presenti, parlando così: “E’ importante che la squadra giochi con il modulo giusto. Su queste cose decide l’allenatore, noi abbiamo costruito una squadra per lottare in campionato. Fare calcio a Roma non è facile”.

 

AGGIORNAMENTO ORE 15:19 – L’Avvocato Gentile è arrivato. C’è la diatriba Lazio-Juventus.


AGGIORNAMENTO ORE 14.55 –
La corte di giustizia federale è già riunita dentro le proprie stanze di via Campania: all’ordine del giorno prima la diatriba Lazio-Juve relativa alla ripartizione dei diritti economici, poi solo il calendario delle audizioni del caso Mauri.

AGGIORNAMENTO ORE 14.20 – Rimosso lo striscione a via Campania e non c’è traccia di un tifoso.

IL PUNTO – I tifosi se ne vanno alle 11.30 dopo aver appeso lo striscione e dopo la riunione con un dirigente della polizia, che dice a cittàceleste.it: “ho parlato con alcuni membri della corte e poi ho spiegato ai tifosi che oggi non si discuterà su Mauri, ma della querelle economica fra Juve e Lazio per la supercoppa

AGGIORNAMENTO ORE 11.00 Hanno deciso di non attendere oltre: i laziali si dirigono subito a Via Campania (in basso il video), intanto i tifosi cantano “Abete tu sei un figlio di *******” mentre esplode una bomba carta.

AGGIORNAMENTO ORE 10.24 Ora i tifosi della Lazio davanti all’NH Hotel sono una 50ina. Ma c’è un cambio di programma: a dispetto di quanto annunciato, la corte si riunirà a via Campania e nelle intenzioni dei tifosi laziali c’è la possibilità di aspettare ancora fino alle 15.00 davanti all’Hotel, prima di spostarsi.

5/9 – AGGIORNAMENTO ORE 9.50 – Sit-in annunciato per tutta la giornata, da parte dei tifosi della Lazio (leggi in basso) davanti all’NH Hotel per protestare quando partirà la Camera di Consiglio per riesaminare le carte, decidere chi convocare e stabilire il calendario delle audizioni: si saprà quando verrà ascoltato Mauri, forse in un “confrontone” con Gervasoni; probabili anche interrogatori per Zamperini e Aureli. Al momento, presenti una 20ina di tifosi biancocelesti.

++ NO ALLE CONDANNE MIRATE ++



ROMA – Un allarmismo indotto. Dormite pure, laziali, questa notte: domani all’Nh hotel non succederà nulla. Ed è folle il panico creatosi: annunciato un sit-in di protesta laziale alle 10, quando la Corte di Giustizia Federale si riunirà solo per indirizzare l’iter processuale. E’ vero non era mai successo che Mastrandrea e compagni s’appellassero all’articolo 34 comma 4 per effettuare ulteriori indagini, ma l’attività in corso a Cremona – ed eventuali “30 contatti fra Mauri e mister X”, paventati dal pm Di Martino – ha stoppato il secondo grado di giudizio. Domani mattina partirà la Camera di Consiglio per riesaminare le carte, decidere chi convocare e stabilire il calendario delle audizioni: si saprà quando verrà ascoltato Mauri, forse in un “confrontone” con Gervasoni; probabili anche interrogatori per Zamperini e Aureli, l’amico titolare dell’agenzia Goldbet sull’Aurelia. Domani non ci sarà nessuna sentenza, non è vero che al momento torna in ballo l’illecito, è assurdo affermarlo senza sapere cosa accadrà nei prossimi decisivi giorni. Sulla base delle “vecchie” prove, c’è soltanto l’ipotesi della doppia omessa denuncia (anche per Lecce-Lazio) e quindi lo stop di ulteriori 3 mesi, uniti ai sei già da scontare. E la Corte è pure piuttosto infastidita da “spifferi falsi”, assicurano fonti interne, trapelati nei giorni scorsi.

E’ vero che i 10 giudici si erano divisi il 16 agosto sulla sentenza di Mauri, è vero che l’intervista di Di Martino aveva creato non pochi imbarazzi e che era arrivata una chiamata del pm, ma nessuno quel giorno ha mai parlato di “prove granitiche sulla frode sportiva” (che travolgerebbero di nuovo la Lazio). Sicuramente si riparte con tanta voglia di andare a fondo sulla vicenda e scongiurare la figuraccia.

Cittaceleste.it

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy