Raid: Il Comunicato Ufficiale della Lazio

Raid: Il Comunicato Ufficiale della Lazio

COMUNICATO UFFICIALE SS LAZIO: La S.S. Lazio s.p.a., in relazione agli episodi di teppismo accaduti nella notte in un locale in zona Campo dei Fiori, attribuito da alcuni organi di stampa alla tifoseria ultrà biancoazzurra, precisa quanto segue: 1) gli aggressori si sono presentati nel locale indossando caschi che ne…

COMUNICATO UFFICIALE SS LAZIO:

La S.S. Lazio s.p.a., in relazione agli episodi di teppismo accaduti nella notte in un locale in zona Campo dei Fiori, attribuito da alcuni organi di stampa alla tifoseria ultrà biancoazzurra, precisa quanto segue:

1)     gli aggressori si sono presentati nel locale indossando caschi che ne hanno impedito, allo stato, il riconoscimento, per cui attribuire loro appartenenza alla tifoseria della Lazio è affermazione destituita di ogni fondamento;

2)     i tifosi della Lazio hanno dimostrato, negli ultimi tempi, di avere totalmente abbandonato manifestazioni di vigliacca e gratuita violenza fisica, come sono state quelle verificatesi la notte scorsa;

3)     la Lazio ha sempre predicato ai propri simpatizzanti la necessità di manifestare spirito sportivo e cavalleresco nei confronti degli avversari e dei loro tifosi, limitando le proprie esternazioni al sano antagonismo sportivo, e ne è prova il comportamento tenuto allo stadio dalla tifoseria biancoceleste nel recente derby stracittadino della settimana scorsa;

4)     episodi come quelli accaduti questa notte non hanno nulla a vedere con il calcio e le sue manifestazioni e costituiscono espressione di pura delinquenza, nei cui confronti le forze dell’ordine e la magistratura devono intervenire con gli strumenti a loro disposizione;

5)     la Lazio si augura che gli autori dei fatti vengano individuati quanto prima e puniti in maniera congrua, allontanando in tal modo dalla propria tifoseria sospetti ingiusti e strumentali.

Fonte: SSLazio.it

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy