FOCUS – “Re” Mino Raiola: ”La Lazio ha un..”

FOCUS – “Re” Mino Raiola: ”La Lazio ha un..”

ROMA – E’ il re indiscusso tra tutti i procuratori nostrani, a lui si sono affidati campioni del calibro di Ibrahimovic e Balotelli. Mino Raiola si è concesso ai nostri microfoni, per parlare un pò di Lazio: presente e futura. A lui abbiamo chiesto cosa mancasse al club capitolino per…

ROMA – E’ il re indiscusso tra tutti i procuratori nostrani, a lui si sono affidati campioni del calibro di Ibrahimovic e Balotelli. Mino Raiola si è concesso ai nostri microfoni, per parlare un pò di Lazio: presente e futura. A lui abbiamo chiesto cosa mancasse al club capitolino per fare il definitivo salto di qualità, anche dal punto di vista dell’acquisizione di possibili top players, ad oggi una chimera:

“La Lazio ha un pò le stesse problematiche che hanno le altre società in Italia, ovvero la mancanza di uno stadio di proprietà, che impedice una reale crescita in linea con i top team europei. Questi sonoi economicamente avanti anche perchè hanno già una propria struttura, che li rende indipendenti dai soli introiti televisivi. Quello dello stadio è un passo che tutte le squadre italiane devono fare per aumentare il potenziale economico-finanziario. Sono del parere sia necessario per competere ad alti livelli, e sarebbe un toccasana per tutto il sistema calcistico italiano”.

Come valuta le critiche subite dalla Lazio nel day after del mecato di gennaio?

“Un mercato non può mai essere perfetto, anzi, è chi sbaglia meno a fare il mercato migliore. E’ sempre difficile azzeccare tutte le mosse, anche perchè ogni giocatore che arriva ha le sue istruzioni d’uso, che spesso sono difficili da seguire. Credo però che in generale la Lazio, presa da Lotito in una situazione critica, abbia fatto un ottimo percorso di crescita. Ad oggi ha messo in piedi un progetto che sta dando i suoi risultati”.

La Lazio può competere per grandi traguardi?

“Roma è una città importante, con dirigenti molto validi. Tare è uno di questi. Bisogna avere la pazienza di mettere in opera progetti a lungo termine. Ci vuole calma e tranquillità. Non è questioni di avere campioni o meno, basti guardare il Borussia Dortmund che senza campioni ha ottenuto risultati incredibili”.


 

Francesco Pagliaro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy