Rossi, «Lazio ‘instant team’ »

Rossi, «Lazio ‘instant team’ »

Ieri sera, nella trasmissione “C’è calcio per te” su Radio Manà Manà, è intervenuto l’ex allenatore Biancoceleste Delio Rossi, per fare il punto della situazione, riguardo il campionato che sta’ per iniziare e anche per esprimere il suo punto di vista sulla Lazio di oggi, la squadra e le scelte…

Ieri sera, nella trasmissione “C’è calcio per te” su Radio Manà Manà, è intervenuto l’ex allenatore Biancoceleste Delio Rossi, per fare il punto della situazione, riguardo il campionato che sta’ per iniziare e anche per esprimere il suo punto di vista sulla Lazio di oggi, la squadra e le scelte della società.

“Penso che in questi ultimi anni alla Lazio sia cambiata la politica, ora si ragiona più da ‘instant team’, si cercano giocatori pronti da subito come Dias, Hernanes, Ederson, Klose. E’ una squadra da sfruttare al momento. Zarate? E’ il classico giocatore che o ci punti o no, devi esserne convinto, altrimenti meglio lasciare stare. Lui forse non ha ancora la capacità di lottare con la concorrenza interna, l’esempio dell’Inter è emblematico. Stiamo parlando di un ragazzo che ha talento, penso solo che andava razionalizzato, il problema non è mai stato lui, è un ragazzo squisito ma secondo me non è mai stato gestito e consigliato benissimo e questo non ha fatto il suo bene”. Poi Rossi entra nello specifico commentando la scelta dei due nuovi tecnici: “Un allenatore come Zeman doveva stare in pianta stabile in serie A già da tempo, fa giocare molto bene le proprie squadre, mentre di Petkovic posso dire poco, non lo conosco. Fino a qualche anno fa sarebbe stato impensabile che un tecnico così poco conosciuto potesse allenare in serie A. Ma rientra nel discorso generale, se non ci sono soldi occorre fare delle scommesse”. Ultima considerazione sullo scandalo del calcioscommesse: “Il nostro modo di intendere calcio è stato ciclico, anche ai tempi delle prime scommesse sembrava che il calcio fosse finito. Se non cambiamo il modo di ragionare difficilmente si crescerà, questi fatti dimostrano che non tutti sono degni di far parte di questo mondo di professionisti. Bisogna ripartire dalle fondamenta, si deve ristrutturare, anche perché le pene saranno mitigate visto che il nostro calcio è di vertice, invece io penso che dovremmo approfittarne per rifondare il nostro campionato”, ha concluso.

Roberto Maccarone – Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy