SCOMMESSE – Europa salva, ma l’antipatia di Platini…

SCOMMESSE – Europa salva, ma l’antipatia di Platini…

ROMA – Nessuna ammissione di colpa, al momento: Mauri si sente comunque innocente e lotterà per la sua carriera. Avrebbe potuto ricorrere all’articolo 23 e persino all’articolo 24 (collaborazione entro il primo grado di giudizio) col doppio illecito, ma il procuratore federale Palazzi ha inserito l’aggravante della “reato consumato” (art.…

ROMA – Nessuna ammissione di colpa, al momento: Mauri si sente comunque innocente e lotterà per la sua carriera. Avrebbe potuto ricorrere all’articolo 23 e persino all’articolo 24 (collaborazione entro il primo grado di giudizio) col doppio illecito, ma il procuratore federale Palazzi ha inserito l’aggravante della “reato consumato” (art. 7 comma 6) per impedirglielo. Da capire come, per Lazio-Genoa, la commissione disciplinare possa accogliere la combine con due illeciti, senza neppure un’omessa denuncia. Ma inutile portarsi avanti col lavoro.

Invece da rimarcare, alla luce dell’ufficialità dei deferimenti, l’accordo Abete-Uefa – risalente ormai a più di un anno fa – sull’eventuale estromissione dei club, coinvolti nel calcioscommesse, dalle competizioni europee. La Lazio non rischia l’Europa League: la stretta di mano con Platini prevedeva l’esclusione solo in caso di coinvolgimento diretto (quindi dei dirigenti) delle società. E’ vero che la norma europea contempla una discrezionalità della Uefa nella decisione, ma – considerando anche il precedente del Napoli – un clamoroso dietrofront trovarebbe fondamento solo in un’antipatia conclamata. Sarebbe un buu alla lealtà.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy