Rivivi la diretta di Lazio-Parma

Rivivi la diretta di Lazio-Parma

DIRETTA LIVE! AGGIORNA SPESSO LA PAGINA PER SEGUIRE TUTTI GLI AVVENIMENTI (PREMI F5)A cura di Francesco D’Andrea – cittaceleste.itFINE DELLA PARTITA45’+ Punizione per la Lazio dopo un fallo di simulazione di un attaccante gialloblu.45′ Tre minuti di recupero.43′ Ultima sostituzione per il Parma: Pabon al posto di Benalouane.41′ Punizione per…

DIRETTA LIVE! AGGIORNA SPESSO LA PAGINA PER SEGUIRE TUTTI GLI AVVENIMENTI (PREMI F5)
A cura di Francesco D’Andrea – cittaceleste.it

FINE DELLA PARTITA

45’+ Punizione per la Lazio dopo un fallo di simulazione di un attaccante gialloblu.

45′ Tre minuti di recupero.

43′ Ultima sostituzione per il Parma: Pabon al posto di Benalouane.

41′ Punizione per il Parma dai 30 metri.

39′ Ammonito Cavanda. Lo stadio non apprezza e riempie l’arbitro di fischi.

36′ Mauri tenta il tiro in girata. Facile per Mirante.

36′ Kozak si mangia un gol clamoroso davanti la porta di Mirante ottimamente swrvito da Cavanda.

35′ Fuorigioco di Lulic su passaggio preciso di Ledesma.

32′ Il Parma tenta il cross a centro area. Bizzarri sicuro blocca in presa.

30′ Sostituzione Parma: Musacci lascia il posto a Ninis.

28′ Hernanes lascia il posto a Lulic. Ultima sostituzione per Petkovic.

27′ Sansone si ritrova la palla, da solo. Tenta il tiro la palla va abbondantemente fuori.

26′ L’arbitro fischia il controfallo su rimessa laterale. Palla al Parma. Ci sarebbe un po’ da ridire sull’arbitraggio del signor Guida.

24′ Bellissima parata di Bizzarri che salva il risultato su una deviazione da pochissimi metri.

21′ Gol del Parma. Sul tiro di rigore Bizzarri blocca la palla che torna sui piedi di Belfodil che segna il gol per il Parma. Lazio 2, Parma 1.

20′ Rigore per il Parma.

19′ Ottima prestazione di Cana da centrale difensivo.

17′ Mauri tenta di servire al centro Kozak che viene prontamente fermato dalla difesa avversaria.

15′ Biabiany tenta il tiro dal limite dell’area. facile presa di Bizzarri.

14′ Sostituzione per il Parma: esce Amauri ed entra Belfodil.

13′ Ottima giocata di Ciani su Biabiany. Sfrutta la sua stazza per sovrastare la velocità del suo avversario.

12′ La Lazio non riesce a sfruttare un buon contropiede. La difesa gialloblu riesce a chiudere e a servire Mirante.

10′ Iniziano il riscaldamento Lulic, Floccari e Onazi.

8′ Marchionni tenta la deviazione di tacco. Palla abbondantemente fuori.

6′ Angolo per il Parma.

5′ Radu ammonito per simulazione.

4′ Candreva, ottimamente servito da Hernanes, tenta il tiro. Bellissima parata di Mirante.

2′ Angolo per il Parma. Direttamente tra le braccia di Bizarri.

La Lazio ha iniziato il secondo tempo con un’altra sostituzione: Biava ha lasciato il posto a Cana.

INIZIO SECONDO TEMPO

16:00 la Lazio sta entrando ora in campo.

FINE PRIMO TEMPO

45′ Un minuto di recupero.

43′ Sostituzione per la Lazio. Esce Miroslav Klose, al suo posto Libor Kozak.

42′ Gobbi tenta il tiro dal limite dell’area di esterno sinistro. La palla finisce abbondantemente fuori.

41′ Altro angolo per il Parma.

40′ Doppia conclusione del Parma, entrambe respinte dalla difesa. Bizzarri riesce poi a far sua la palla.

40′ Angolo per il Parma.

39′ Fuorigioco di Candreva.

37′ Radu si inoltra in avanti, vede Mauri e tenta di servirlo in area. La palla è troppo lunga e finisce fuori.

36′ Palla filtrante per Amauri che si ritrova solo. Bizzarri esce in tuffo e blocca con tranquillità.

La palla arriva a Gonzales lasciato solo dalla difesa del Parma. L’argentino serve immediatamente Klose in velocità che con la punta del piede mette sotto le gambe di Mirante. Lazio 2. Parma 0!

34′ GOOOOOOOOOOOLLLLLLL Miroslaaaaaaaav Klose. Klose. Lazio 2, Parma 0

32′ Hernanes tenta il tiro dal limite dell’area. Sbilanciato cade mentre la palla esce fuori.

30′ Angolo per il Parma.

28′ Ledesma tenta di servire Klose lungo linea. Il tedesco è in ritardo e la palla finisce sul fondo.

Dall’angolo di Candreva la palla finisce in una mischia, viene deviata varie volte fino a quando Biava la butta dentro, tocca la traversa e gonfia la rete. Lazio in vantaggio.

25′ GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLL Biava. Lazio 1, Parma 0

24′ Angolo per la Lazio.

23′ “Gambeta” di Mirante su Ledesma accorso contro il portiere in pressing.

21′ Ammonito Biava. Intanto in Nord compare un altro striscione: “Il vero laziale boicotta stampa e Sky!”

Non una bellissima partita fino a questo momento. Le squadre sono ferme a centrocampo praticando un possesso di palla quanto mai sterile. La Lazio dovrebbe provare a vivacizzare un po’ il gioco cercando si avvicinarsi all’area di Mirante.

Striscione della Nord in onore di Maestrelli: “Nel sole si illumina la nostra via…ciao Professore!”

15′ Mauri tenta al volo di servire Candreva all’interno dell’area. Candreva rimane fermo e la palla va fuori.

13′ Buona palla recuperata da ledesma che cerca di servire subito Klose. Azione bloccata dalla difesa gialloblu.

11′ La partita è lenta, con le squadre che coprono tutti gli spazi impedendo l’attacco dell’avversaria.

8′ Ottimo il lancio di Ledesma e per poco Ciani non devia in rete.

7′ Punizione per la Lazio dall’angolo destro dell’area del Parma.

7′ Candreava tenta il tiro dai 30 metri. Palla fuori di poco alla destra di Mirante.

6′ Il campo dell’Olimpico è in pessime condizioni. In questo momento la parttita è ferma a centrocampo.

3′ Una zolla compromette l’angolo con palla che finisce direttamente fuori.

2′ Angolo per la Lazio. Candreva pronto alla battuta.

2′ La punizione finisce tranquillamente al lato.

1′ Subito un fallo di Ciani che regala una punizione da buona posizione al Parma.

INIZIO PRIMO TEMPO

14:57 Le due squadre entrano in campo.

14:48 E’ il momento della più bella. E’ il momento di Olympia!

Lazio – Parma – cittaceleste.it


ROMA – Manca pochissimo al fischio d’inizio della sfida tra Lazio e Parma. Due squadre in ottima forma che cercano solo la vittoria. Per la Lazio di Petkovic prendere 3 punti oggi significherebbe fare un ulteriore salto in classifica che la proietterebbe nelle posizioni più alte e sugli obiettivi migliori.

Queste le formazioni ufficiali:

LAZIO (4-1-4-1): 1 Bizzarri, 39 Cavanda, 20 Biava, 2 Ciani, 26 Radu, 24 Ledesma, 8 Hernanes, 15 Gonzales, 87 Candreva, 6 Mauri, 11 Klose.
In panchina: 84 Carrizo, 44 Scarfagna, 19 Lulic, 5 Scaloni, 21 Diakitè, 27 Cana, 7 Ederson, 23 Onazi, 99 Floccari, 18 Kozak, 25 Rozzi.
Indisponibili: 32 Brocchi, 3 Dias, 9 Rocchi, 10 Zarate.

PARMA (4-3-3): 83 Mirante, 5 Zaccardo, 28 Benalouane, 29 Paletta, 18 Gobbi, 32 Marchionni, 19 Musacci, 16, Parolo, 21 Sansone, 7 Biabiany, 11 Amauri.
In panchina: 1 Pavarini, 91 Bajza, 39 Fideleff, 13 Santacroce, 6 Lucarella, 87 Rosi, 9 Belfodil, 20 Aquah, 4 Morrone, 77, Ninis, 17 Palladino, 88, Pabon.
Indisponibili: 93 Maceachen, 8 Galloppa.


ROMA- V per vittoria. V, per vendetta. Sportiva, s’intende. Tutti i lettori di Cittaceleste.it avranno notato come, prima della partita poi disputata allo stadio olimpico contro l’udinese, sul sito dei tifosi della Lazio campeggiasse, come sempre avviene, l’articolo di presentazione del match, questa volta,accompagnato dalla significativa icona di V, il personaggio dell’omonimo film, che faceva del ‘giusto’ e della ‘giustizia’ il suo ideale, il suo credo. Ma se V, adottava i suoi concetti per scopi, nel film, certamente diversi, la Lazio, dopo due anni, ha trovato la sua vendetta , nei tre goal rifilati alla banda di Guidolin, griffati Gonzalez, Klose ed Hernanes. La Vendetta, dunque è arrivata ed ha permesso alla squadra biancoceleste di rispedire la Roma a -3 e di restare pertanto aggrappata al trenino di testa, che nelle ultime giornate, Napoli a parte, sembra aver rallentato un po’.



Niente rallentamenti né fermate invece, per il ‘PetkoExpress‘, che continua a raccogliere risultati utili e, particolare da sottolineare, prestazioni convincenti. Passano i giorni e di settimana in settimana, la Lazio dimostra di aver compreso in maniera perfetta, il copione scritto di proprio pugno da Petkovic, il quale, oltre ad aver dato una vera e propria identità alla Lazio, è anche riuscito a recuperare giocatori su cui troppo spesso si erano alzati inutili polveroni, restituendo, ad esempio, al club più antico di Roma, un Cavanda tirato a lucido e un Hernanes mai visto. Atletismo, corsa, voglia, fame di vittoria. La stessa, che prova Klose, Re indiscusso di una Lazio, di cui si sente orgoglioso e con cui vorrebbe vincere qualcosa al più presto. L’ha confermato lui stesso parlando ai media Francesi in settimana, spiegando come prima del singolo, venga la squadra e chiarendo la sua posizione ed i suoi obiettivi personali. Segnare più di tutti in Serie A? Si, ma solo se questo possa permettere poi alla Lazio di arrivare ‘almeno’ in Champions, altrimenti, a che serve? Ragiona da leader silenzioso, Klose. Essendo un campione anche fuori dal campo, davanti alle telecamere oppure ai taccuini dei giornalisti, Miro, evita inutili teatrini, puntando la preda ed attaccandola con tutte le sue forze. Questa, oggi come ieri, ha un nome ben preciso. Si chiama Champions League e quest’anno deve essere raggiunta. Ci proverà fino alla fine Klose, ci proverà consumando anche l’ultima goccia di sudore, la Lazio, iniziando, anzi, proseguendo la sua avventura, anche stasera. A Roma, arriva il Parma, al quale, dopo la bella vittoria ottenuta contro l’Inter, adesso balena in testa l’idea di un colpaccio anche nella Capitale, dove si presenterà in un mix di accortezze e coraggio. La fisicità e la velocità nelle ripartenze sono senza dubbio le due principali caratteristiche della squadra gialloblù, che però, oggi sul terreno dell’Olimpico, dovrà vedersela con una Lazio, che voglia di fermarsi non ne ha e che, salvo improbabili imprevisti, scenderà in campo con le idee chiare. Pressing, difesa alta e squadra stretta nei reparti, cambi di gioco repentini e massimo due tocchi. Sono i dettami di Petkovic: sguardo impenetrabile come la sua difesa e sorriso brillante come i suoi schemi. Lo ripetiamo dall’ inizio della stagione, ma difficilmente ci stancheremo di farlo. La Lazio di Petkovic, secondo quanto si ipotizzava al suo arrivo, sarebbe dovuta essere come un lento ed arrugginito treno di linea: oggi, viceversa, la banda di ‘Vlado’ è un luccicante frecciarossa, non adatto per chi vuole viaggiare in ‘Economy’, ma pronto a far accomodare ogni Laziale in ‘Business Class’. Destinazione paradiso, destinazione Champions.

Roberto Maccarone

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy