SERIE A – Lazio show, tutto in un minuto!

SERIE A – Lazio show, tutto in un minuto!

ROMA (Stadio Olimpico) – Spira un vento che sa di autunno, nonostante siamo in piena Primavera. In questo sabato Santo che precede la santa Pasqua, vanno ad affrontarsi due squadre dai destini opposti in campionato, un Catania che è riuscito a migliorare il rendimento in trasferta portandosi a due punti…

ROMA (Stadio Olimpico) – Spira un vento che sa di autunno, nonostante siamo in piena Primavera. In questo sabato Santo che precede la santa Pasqua, vanno ad affrontarsi due squadre dai destini opposti in campionato, un Catania che è riuscito a migliorare il rendimento in trasferta portandosi a due punti dalla squadra di Petkovic, e dall’ altra una Lazio Dottor Jekil and Mister Hide, bellissima in Europa e in piena crisi d’ identità in campionato.

GONZALEZ TERZINO-La sfortuna si accanisce ancora di più con la Lazio, con l’ infortunio dell’ ultimo minuto occorso a Pereirinha che costringe Petkovic ad un ennesima piccola rivoluzione di formazione con Gonzalez spostato in una posizione inedita di terzino. Prima della gara una fitta pioggerellina comincia a bagnare il campo in perfetto stile British.

CANDREVA ISPIRATO – Parte subito bene lo stantuffo biancoceleste autore di un bel tiro deviato in conrner da Andujar, oltre ad una serie di discese interessanti. Dalle sue parti partono i cross migliori che hanno spesso impensierito il portiere degli etnei.

SAHA SPRECONE – L’ occasione d’oro capita sui piedi di Saha, dopo uno spunto straordinario di Onazi ma il francese, a porta vuota, fa danzare il pallone sulla linea di porta sprecando un’ ottima occasione.

CANA FLIPPER – Al minuto ventisette splendido spunto di Cana che chiama l’ uno due con Hernanes il pallone sbatte sulla nuca dell’ albanese e sbatte sulla traversa.

GOLLONZO CATANIA – Frittata Lazio: al minuto cinquanta,Radu nel rinviare il pallone, lo fa carambolare addosso a Izco il cui rimpallo scavalca Marchetti per il classico dei gollonzi, per usare un termine tanto caro alla Gialappa’s Band.

DOPPIO CAMBIO – Petkovic prova a scuotere la Lazio facendo entrare Ederson e Kozak, al posto di Saha ed Onazi per dare maggiore qualità al centrocampo.

REAZIONE LAZIO – Ci prova Hernanes da fuori dopo l’ assist di ederson ma il pallone sorvola la traversa.

KOZAK SPRECONE – DAvanti alla linea di porta Kozak riesce a sbagliare un tap-in facile facile dopo una grande incursione in area di Ederson, mandando incredibilmente il pallone fuori dallo specchio della porta, al minuto sessantotto.

BENTORNATO MIRO – Petkovic vuole far ritorvare minuti sulle gmabe alla sua stella Miro Klose e lo getta nella mischia per l’ ultimo quarto d’ora della partita, al posto di Hernanes.

RIGORE DUBBIO – Grandi poreteste per la Lazio per un presunto atterramento di Kozak in area di rigore, Biava si becca anche il cartellino giallo per proteste.

DENTRO IN 60 SECONDI – Dopo tanto clamore la Lazio agguanta il pareggio: cross basso di Radu e Legrottaglie fa il più classico degli autogol. Al minuto settantanovesimo. Dopo appena un minuto, cross di Lulic e rigore guadagnato da Ederson, questa volta Massa non ha dubbi ed assegna la massima punizione. Candreva si incarica della battuta: trasformazione perfetta pallone da una parte e portiere dall’ altra, la Lazio ribalta il risultato.

EDERSON SHOW – E’ lui che con le sue incursioni ha cambiato il volto della partita, con una serie di inserimenti che hanno messo in crisi la retroguardia etnea.

BAGARRE FINALE – Nel finale di gara si accende una piccola mischia che coinvolge tutti e ventidue i giocatori sedata dal diretotre di gara.

TRE PUNTI DI PLATINO – La Lazio vince una partita in maniera meritata, e aggancia i nsolitaria il quarto posto in classifica. Ora c’è l’ infuocata sfida in Turchia, prima di affrontare la tstracittadina con tre punti di vantaggio sui cugini. Buona Pasqua a tutti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy