MERCATO – Sorpresa Lazio, ecco Saha!

MERCATO – Sorpresa Lazio, ecco Saha!

Louis Saha, a sorpresa. Un attaccante sostitutivo, pronto per l’uso in attesa del ritorno di Klose. Un giocatore che può rivelarsi utile (si spera) nei prossimi quattro mesi. Un’operazione inattesa, nata nella notte di martedì. La Lazio ha stupito tutti tesserando un giocatore svincolatosi dal suo club (il Sunderland) nel…

Louis Saha, a sorpresa. Un attaccante sostitutivo, pronto per l’uso in attesa del ritorno di Klose. Un giocatore che può rivelarsi utile (si spera) nei prossimi quattro mesi. Un’operazione inattesa, nata nella notte di martedì. La Lazio ha stupito tutti tesserando un giocatore svincolatosi dal suo club (il Sunderland) nel mercato invernale, esattamente il 30 gennaio scorso. Con gli inglesi aveva un contratto sino al giugno 2013, è stato rescisso consensualmente. Sono stati avanzati dubbi sulla validità dell’operazione. Lotito, antesignano delle norme giuridiche e calcistiche, insieme al suo staff s’è limitato ad applicare il regolamento Fifa. E’ stato utilizzato l’articolo 6 per la precisione, regola il trasferimento dei calciatori: «Le norme consentono il tesseramento, se la gente non le sa leggere non è colpa mia. Studiatele», ha attaccato ieri il presidente.

L’articolo 6 permette a un calciatore che si svincola dal proprio club di legarsi ad un’altra società. Ma ad una condizione: la risoluzione contrattuale deve avvenire entro la fine della finestra di mercato della società acquirente (in Italia il mercato ha chiuso il 31 gennaio, l’attaccante si è liberato il 30 gennaio). La Lazio è certa della riuscita del tesseramento, ha ottenuto il via libera dalla Figc.

IL RETROSCENA – Saha alla Lazio, un attaccante con un passato glorioso, fatto di gol e vittorie in Premier League (84 reti in 288 apparizioni). Vuole rinascere, cerca la riscossa. Si è fatto conoscere nel Metz, in Inghilterra è esploso col Fulham, col Manchester United ha vinto una Champions e due scudetti. Ha segnato molti gol anche con l’Everton, ma è reduce da due stagioni complicate. Nel 2011-12 ha concluso il ciclo con l’Everton (18 presenze), nel gennaio 2012 è passato al Tottenham (10 presenze). E’ stata un’annata disgraziata: con gli Spurs ha accusato un calo, si era demoralizzato. Il Sunderland l’ha acquisito nell’agosto scorso, il francese ha avuto problemi con il tecnico Martin O’Neill. E’ stato utilizzato 11 volte, l’ultima presenza l’ha firmata l’8 dicembre contro il Chelsea. O’Neill l’ha sempre sganciato in corsa, tra di loro non c’era feeling. Saha nel 2013 non è sceso in campo, si è accomodato in panchina in Fa Cup, nel match contro il Bolton. Sono stati sollevati dubbi sulla sua tenuta fisica per via di due infortuni: un problema a un ginocchio (nel 2008) e un’operazione ad una caviglia (nel 2011). La Lazio è convinta della sua integrità, le visite mediche sono state superate. Saha è stato un top player, vuole tornare a esserlo. Ha trentaquattro anni e mezzo, è coetaneo di Klose (Miro è nato l’8 giugno 1978, Louis l’8 agosto 1978, due mesi dopo). La società l’ha scelto per rinforzare l’attacco, gli ha fatto firmare un contratto sino a fine stagione. Non sono previste opzioni di rinnovo, può guadagnarsi la conferma sul campo. Guadagnerà poco meno di 500mila euro, aveva ricevuto un’offerta dagli Stati Uniti, stava per firmare con l’Everton. Una telefonata di Lotito gli ha fatto cambiare idea subito: «Mi ha convinto, vengo alla Lazio».

 L’idea della Lazio è nata martedì sera. C’è stata una riunione a Formello, al tavolo erano seduti Lotito, Tare e Petkovic. Dirigenti e tecnico hanno lasciato gli uffici intorno a mezzanotte, la trattativa per Saha è partita in quei minuti. L’integrazione del piccolo fenomeno Keita non poteva bastare per ovviare all’assenza di Klose. Keita continuerà a fare la spola tra la squadra di Bollini e quella di Petkovic, deve riprendere contatto col campo (non ha giocato gare ufficiali per un anno), presto esordirà in serie A, nel frattempo parteciperà al torneo di Viareggio.

L’EUROPA – Saha non sarà utilizzabile in Europa League (la lista Uefa è stata presentata l’1 febbraio, non esistono deroghe), potrà giocare in campionato e in Coppa Italia. Il francese è sbarcato a Roma intorno alle 11.30, ha effettuato le visite mediche in gran segreto. La trattativa s’è sviluppata di notte, la conferma s’è avuta grazie al tweet che l’attaccante ha pubblicato all’1.35: «Qualche buona notizia per me domani…». Lo aspettavano a Roma.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy