Stroppa: ‘Contro la Lazio dovremo essere perfetti’

Stroppa: ‘Contro la Lazio dovremo essere perfetti’

PESCARA – L’allenatore del Pescara, Giovanni Stroppa, ha parlato della sfida di domani contro la Lazio al termine dell’allenamento di rifinitura di stamattina. Il tecnico degli abruzzesi è fiducioso nei mezzi della propria squadra ma sa che ci sarà bisogno di una prestazione di grande livello per tener testa ai…

PESCARA – L’allenatore del Pescara, Giovanni Stroppa, ha parlato della sfida di domani contro la Lazio al termine dell’allenamento di rifinitura di stamattina. Il tecnico degli abruzzesi è fiducioso nei mezzi della propria squadra ma sa che ci sarà bisogno di una prestazione di grande livello per tener testa ai biancocelesti capitolini: “”Quella con la Lazio sarà una partita unica. Sono fiducioso perché la squadra sta crescendo. Questa settimana ho avuto il piacere di allenare una squadra che sa quello che deve fare nei movimenti. Per un allenatore è una soddisfazione avere un gruppo così. Qualche giorno fa mi ero lamentato per il comportamento in allenamento di qualcuno. Oggi le cose sono cambiate. C’è un clima diverso. Anche fuori dallo spogliatoio. Il gruppo si sta cementando. E’ un clima che mi piace”. Stroppa continua dichiarando: “Per far bene con la Lazio dovremo essere perfetti e attenti, senza sbagliare nulla. Anche quando ci sarà l’impressione di tenere bene il campo, non dovremo farci ingannare. La partita sarà dura, ma noi dovremo farci trovare pronti. Sarà importante l’atteggiamento mentale. Non dovremo farci trovare impreparati, ma soprattutto non avere pause. La Lazio è una squadra quadrata, che ha le componenti per poter far male a qualsiasi avversario e in ogni momento. Noi dovremo cercare di essere più squadra di loro. Dovremo lavorare di reparto, perché se giocheremo uno contro uno, avremo problemi per la loro maggior qualità tecnica. Ci sono giocatori come Klose che possono fare la differenza. Il tedesco è forte di testa, con i piedi e bravo anche a ripiegare indietro. E’ un atleta completo. Ma ci sono anche Candreva che è un giocatore di assoluto valore, ma forse sottovalutato. Gonzalez, Hernanes sono altri giocatori che non hanno bisogno di presentazioni. Petkovic è bravo – ha concluso il tecnico del Pescara – a far lavorare la squadra bene tatticamente. Attaccano e difendono in blocco, senza dare grandi punti di riferimento. Noi dobbiamo essere accorti, anche se sarà difficile tenere in mano le redini del gioco”.

Francesco D’Andrea – cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy