Lotito: “Chiederò i danni alla Juve”

Lotito: “Chiederò i danni alla Juve”

CONTRORISPOSTA BIANCOCELESTE – “La S.S.Lazio S.p.A. respinge le affermazioni della Juventus, destituite di ogni fondamento, circa la verità delle dichiarazioni del Presidente Lotito. Che la finale della Supercoppa dovesse essere disputata a Pechino lo si sa da mesi, per avere la LNPA sottoscritto un contratto approvato dai club che ne…

CONTRORISPOSTA BIANCOCELESTE – La S.S.Lazio S.p.A. respinge le affermazioni della Juventus, destituite di ogni fondamento, circa la verità delle dichiarazioni del Presidente Lotito. Che la finale della Supercoppa dovesse essere disputata a Pechino lo si sa da mesi, per avere la LNPA sottoscritto un contratto approvato dai club che ne fanno parte; la data è stata confermata in sede di Consiglio di Lega, come dimostrano i verbali; la Lazio si è dichiarata disponibile e trovare altre soluzioni purché concordate, nel rispetto degli impegni assunti ed alla importanza dell’evento, ma la Juventus pretende di imporre le sue decisioni e questo non è accettabile, soprattutto laddove procurano gravi conseguenze economiche. L’incontro è organizzato dalla Lega, associazione di 20 club, e le decisioni vengono prese a maggioranza dei club e non da chi pretende, a torto, di imporle agli altri”

LA RISPOSTA DELLA JUVENTUS –Fin dalla conquista della Coppa Italia in data 26 maggio, il Consigliere Federale e Presidente della S.S.Lazio, Claudio Lotito si è abbandonato ad affermazioni che sono progressivamente diventate offensive, inaccettabili e spesso contrarie al vero .Egli ignora evidentemente che la conquista di tale trofeo fa sorgere in capo alla S.S.Lazio il diritto a disputare la Supercoppa, ma non il diritto ad incassare una somma garantita. Juventus Football Club ha sempre rispettato i regolamenti e le decisioni della Lega Calcio ed ha manifestato a quest’ultima, tramite lettera agli atti, datata 8 marzo 2013, la propria indisponibilità a disputare la gara di Supercoppa all’estero. Nelle successive Assemblee il tema della Supercoppa è spesso stato all’ordine del giorno ma non è mai stato discusso né tantomeno è stata assunta alcuna delibera al riguardo. Per mesi gli organi della Lega Calcio hanno ignorato la sopra citata posizione della Juventus e da qualche giorno stanno tollerando comportamenti e parole inaccettabili per la vita associativa, oltre che lesivi per la Società”.

LA RABBIA DI LOTITO – “Chiederò i danni alla Juventus e a chi è responsabile di questa storia”. Claudio Lotito, alza la voce sulla sede della Supercoppa italiana. “La Lega sta cercando tutte le soluzioni possibili – spieha il presidente della Lazio – La Juve prima dice sì, poi si rimangia tutto. Probabilmente pensano di essere la Lega e di comandare loro”. Ricordiamo che la quesione nasce dal no della Juventus a giocare a Pechino, come avvenuto negli ultimi anni. Ablla base di ciò, secondo le esigenze dei bianconeri, l’incompatibilità della finale in Cina con una tourneé già programmata in Nord America.

“Io perdo i soldi, 1,8 milioni della tourneé in Colombia e pure quelli della Cina. A noi va bene tutto. Andrebbe bene Toronto, anche Roma, ma loro vogliono giocare a Torino. Ma i conti si fanno alla fine. La Lazio si e’ attenuta a tutti i regolamenti e a quanto discusso in Assemblea. Se ho parlato con Agnelli? Cosa ci parlo a fare? Si é preso degli impegni davanti all’Assemblea e li ha disattesi. Se non troviamo una soluzione, deciderà l’Assemblea. Non capisco come la Juve abbia preso questa posizione”.

Fonte: Repubblica.it

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy