SUPERCOPPA – Petkovic: “Dominare la Juventus”

SUPERCOPPA – Petkovic: “Dominare la Juventus”

Niente mare, gite all’aperto o scompagnate, Ferragosto può aspettare, non esistono vacanze per la Lazio. La banda Petkovic non molla di un centimetro, la Juventus è arrivata e non c’è più tempo da perdere.Doppia seduta di lavoro, a Formello il sole scotta ancora: seduta atletica la mattina, ripasso tattico nel…

Niente mare, gite all’aperto o scompagnate, Ferragosto può aspettare, non esistono vacanze per la Lazio. La banda Petkovic non molla di un centimetro, la Juventus è arrivata e non c’è più tempo da perdere.
Doppia seduta di lavoro, a Formello il sole scotta ancora: seduta atletica la mattina, ripasso tattico nel pomeriggio. La Supercoppa è dietro l’angolo, l’Olimpico delle grandi occasioni si prepara a festa(restano 1.000 tagliandi a disposizione per i tifosi biancocelesti), il 26 maggio è un ricordo troppo fresco, il bis è una sorta di sogno proibito, ma alzare al cielo il secondo trofeo in pochi mesi rischia di diventare una realtà bellissima.
Ci crede mister Vlado, il sergente di ferro, l’ultimo a mollare. Lo ha comunicato alla squadra , vuole grinta e qualità sin da subito, si è fatto sentire: «Dominiamo la Juventus per continuare a festeggiare. Dobbiamo abituarci a vincere, solo così diventeremo grandi». Messaggio ricevuto, lo spogliatoio ha gradito il segnale, questione di mentalità, il segreto è tutto qui. Festeggiare domenica sul campo e brindare insieme a Formello: Petkovic compie oggi 50 anni, ma il regalo più bello si augura di scartarlo tra qualche giorno. Già, perché la sfida ai bianconeri è un chiodo fisso nella mente del tecnico bosniaco: la Lazio lo scorso anno in 4 partite contro gli uomini di Conte è riuscita ad ottenere 2 pareggi, 1 vittoria e 1 sconfitta.

Si riparte da questi numeri e dalla consapevolezza che i biancocelesti avranno solo 48 ore a disposizione per preparare la partita: Petkovic riavrà il gruppo al completo domani, la formazione anti-Juve verrà provata sabato. I Nazionali rientreranno oggi, non tutti saranno pronti per domenica: Gonzalez(in gol contro il Giappone) e Onazi difficilmente partiranno dal primo minuto. Petko si affiderà al 4-2-3-1, è il modulo provato per tutto il ritiro, lo schieramento utilizzato nelle prime amichevoli della stagione. Marchetti tra i pali, Konko e Radu si muoveranno sulle corsie esterne, Biava e Dias saranno i due centrali. A centrocampo spazio alla coppia più discussa e amata dell’estate: Ledesma e Biglia possono giocare insieme, lo hanno dimostrato, non esiste nessun dualismo. Sulla trequarti il trio ammirato nella scorsa stagione: Candreva, Hernanes e Lulic. Sarà Klose l’unico riferimento offensivo. Non dovrebbero esserci sorprese, l’undici anti-bianconeri è già fatto.
Infermeria: migliora Vinicius, può farcela per la panchina, si sta allenando in gruppo da inizio settimana. Felipe Anderson è volato a Monaco di Baviera per ulteriori accertamenti alla caviglia, tornerà a disposizione di Petkovic per metà settembre. Curiosità: Lulic, dopo essere entrato nella storia per il gol realizzato nel derby contro la Roma, starebbe pensando di lanciare una nuova linea d’abbigliamento(dal nome Lulic71). Il bosniaco intanto ha inaugurato ieri la propria pagina ufficiale su Facebook: «Ringrazio il popolo laziale per l’affetto che mi sta dimostrando», questo il suo messaggio d’apertura.
Mercato: preso il baby Borecki per gli Allievi Nazionali di Simone Inzaghi. Classe 1997, centrocampista polacco, ha firmato un contratto di tre anni. Kozak è in partenza, ieri c’è stato un sondaggio dell’Amburgo. Per il sostituto è corsa a due: Petric o Gilardino. 

Riccardo Focolari

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy