SUPERCOPPA – Scontro totale Lazio-Juve: Roma diventa favorita!

SUPERCOPPA – Scontro totale Lazio-Juve: Roma diventa favorita!

I club litigano sulla divisione dei soldi. Si allontana anche l’idea Toronto. Roma diventa favorita ROMA – Tutto da rifare. Il rebus Supercoppa, vicino alla soluzione negli ultimi giorni, fa di nuovo litigare Lazio e Juventus. E dopo Pechino – ipotesi rifiutata in modo categorico dal club bianconero – anche…

I club litigano sulla divisione dei soldi. Si allontana anche l’idea Toronto. Roma diventa favorita

ROMA – Tutto da rifare. Il rebus Supercoppa, vicino alla soluzione negli ultimi giorni, fa di nuovo litigare Lazio e Juventus. E dopo Pechino – ipotesi rifiutata in modo categorico dal club bianconero – anche l’idea Toronto sembra allontanarsi in modo definitivo. Un caos assoluto, uno scontro a 360° e senza esclusioni di colpi: nessuno vuole cedere, ma in fondo a beneficiarne potrebbero essere i tifosi della Lazio, perché al momento Roma è la sede più probabile della finale.

Ma spieghiamo perché. Lazio e Juventus non sono affatto d’accordo sulla ripartizione dei soldi garantiti da Toronto, 1.9 milioni di euro (compresi i diritti tv). Sottratta la quota destinata alla Lega (il 10 per cento del totale), per i due club restano 1.7 milioni di euro.

La posizione della Lazio è chiara: la Juve ha rifiutato Pechino, ma noi non vogliamo rinunciare alla cifra garantita dai cinesi, 1.8 milioni di euro (tenuto conto dei diritti tv). Toronto può garantire 1.7 milioni? Bene, ma la cifra spetta interamente a noi. E la Juve – sempre secondo il club biancoceleste – avrebbe dato il proprio assenso, salvo poi ripensarci. «Dicono una cosa e poi se la rimangiano – ha tuonato Lotito – pensano di comandare la Lega, ma non è così: chiederò i danni perché io perdo 1.8 milioni dalla tournée in Colombia e i soldi della Cina. Parlare con Agnelli è inutile: a noi andava bene Toronto e anche Roma, ma lui vuole Torino».

La versione della Juve è quasi totalmente diversa. I bianconeri spiegano di non aver mai assicurato alla Lazio gli incassi garantiti da Pechino. «Lotito si è abbandonato ad affermazioni offensive – si legge nel comunicato bianconero – inaccettabili e spesso contrarie al vero. La Lazio non ha alcun diritto di incassare una somma garantita». «La finale doveva essere disputata a Pechino – ha replicato il club biancoceleste attraverso una nota diffusa in serata – perché la Lega ha sottoscritto un contratto approvato dai club. La Juventus ha torto: vuole imporre la sua volontà contro decisioni prese democraticamente a maggioranza».

Una bufera in piena regola. E a questo punto la soluzione più probabile è Roma, perché lo stadio Olimpico garantirebbe incassi maggiori (la finale di Coppa Italia ha fruttato 2.9 milioni per i biglietti venduti, anche se stavolta sarebbe difficile superare i 2.5) malgrado la collocazione sfavorevole (il 18 agosto). Su luogo e data la Juve è d’accordo. Ma resta il nodo più grande: come ripartire gli incassi? Il rebus Supercoppa è lontano dalla soluzione.

Fonte: Il Tempo.it

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy