Parla Superman Marchetti

Parla Superman Marchetti

BERGAMO – Federico Marchetti ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio dopo una grandissima prestazione a Bergamo: “La parata più difficile forse l’ultima nel secondo tempo perché stavamo soffrendo e l’uscita è stata tempestiva su una palla sbucata dal mucchio. Credo che abbiamo fatto la partita che ci si…

BERGAMO – Federico Marchetti ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio dopo una grandissima prestazione a Bergamo: “La parata più difficile forse l’ultima nel secondo tempo perché stavamo soffrendo e l’uscita è stata tempestiva su una palla sbucata dal mucchio. Credo che abbiamo fatto la partita che ci si aspettava, anche perché loro erano quattro anni di fila che vincevano la prima in casa. Sapevamo di dover partire forte. Verso il 30′ loro sono usciti fuori perché abbiamo un po’ rallentato… però abbiamo corso pochissimi rischi. Siamo scesi in campo con la mentalità giusto, vittoria meritata”.

Il clima polemico: “E’ normale cambiando allenatore e staff avere qualche difficoltà. Successe anche a me quando arrivai l’anno scorso. Questo risultato ci da la tranquillità per lavorare al meglio.”

Una Lazio a viso aperto: “Diciamo che loro sono stati pericolosi effettivamente in due circostanze. Le altre due palle erano in fuorigioco. Io le ho prese comunque tutte, anche di testa (ride ndr).”

Pressing asfissiante della Lazio: “Abbiamo retto alla grande. Candreva e Mauri dovevano dare una mano ai terzini perché loro spingevano molto. Nel fraseggio poi qualcosina si può sbagliare, ma dal punto di vista atletico siamo andati alla grande. Il campo poi non era perfetto”.

Ora il Mura 05 e il Palermo: “Ora, archiviata questa partita, dobbiamo già prepararci. Giovedi non prendiamo la gara sottogamba. Serve la testa giusta”.

Mirko Borghesi

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy