Totti e Topolino, sognando l’isola che non c’è….

Totti e Topolino, sognando l’isola che non c’è….

E’ vero che la magia contagiosa di Disneyland di Orlando può produrre effetti nocivi, è vero che stando a contatto con Minnie, Pippo e Topolino e il magnifico clima fiabesco targato Walt Disney, si può perdere un po’ la cognizione del tempo. È vero che, sognando Paperino e Pluto si…

E’ vero che la magia contagiosa di Disneyland di Orlando può produrre effetti nocivi, è vero che stando a contatto con Minnie, Pippo e Topolino e il magnifico clima fiabesco targato Walt Disney, si può perdere un po’ la cognizione del tempo. È vero che, sognando Paperino e Pluto si potrebbe finire per perdere l’orientamento e vedere una realtà distorta ma stavolta, forse, il capitano si è lasciato un po’ troppo prendere la mano. Stavolta il Francesco nazionale si è calato un po’ troppo nella parte. Già, perché dopo essersi erto a ottavo re di Roma, ricalcando le gesta del suo prode e fedele compagno di squadra Osvaldo, il cui paragone a Messi sembrava non spaventarlo (“Dopo Messi me la gioco con chiunque..” Cit.), stavolta è stato il capitano della magGica a lodarsi e ad incensarsi, fissando il suo prossimo obiettivo: “ho quasi altri quattro anni davanti per segnare il mio primo gol nel nuovo stadio, così Piola lo riprendo prima che smetto”. Per farcela, magari occorrerebbe giocare fino a 50 anni come ha fatto il campione inglese Matthews… Ma neanche questa impresa sembra spaventare il numero 10 giallorosso: “Giocare fino alla sua età come riuscì a lui? Sì, ma io non ce l’ho la panzetta… E se ci riesco qualcuno si ammazza”. E dopo aver puntato a Matthews e Piola ( i tifosi laziali già tremano al pensiero ed escogitano possibili suicidi di massa), Totti fissa il “nuovo” obiettivo della sua Roma: “Un trofeo o lo scudetto..”

 

Dunque, ricapitolando: “superare il record di Piola, giocare fino a 50 anni come Sir Matthews ( ma senza panzetta) e regalare il tricolore alla sua Roma….”

 

Ma poi, varcato il confine americano, salutati Pippo, Pluto, Topolino e Minnie e tornati alla realtà di Trigoria, l’incantesimo svanirà inesorabilmente… Povero capitano sempre triste… è proprio vero: “Mai na gioia!!!”

 

Ramona Marconi

 

 

 



0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy