Verano, scritta vergognosa contro Paparelli

Verano, scritta vergognosa contro Paparelli

ROMA – Impossibile non notare l’enorme scritta tracciata con la vernice nera e indignarsi subito. Sul muro di cinta del Verano, proprio all’incrocio tra la Tangenziale est e il tronchetto dell’A24, dove transitano migliaia di automobilisti al giorno,ieri mattina è comparsa una scritta vergognosa: «Morto un papa…relli se ne uccide…

ROMA – Impossibile non notare l’enorme scritta tracciata con la vernice nera e indignarsi subito. Sul muro di cinta del Verano, proprio all’incrocio tra la Tangenziale est e il tronchetto dell’A24, dove transitano migliaia di automobilisti al giorno,ieri mattina è comparsa una scritta vergognosa: «Morto un papa…relli se ne uccide un altro». Lo riporta, con tanto di foto, il sito web del quotidiano Romano ‘Il Messaggero’. Proprio 33 anni fa, il 28 ottobre del ’79, infatti, Vincenzo Paparelli era seduto in Curva Nord e mangiava un panino in attesa dell’inizio del derby. Un razzo, sparato dalla curva della Roma, lo colpì al volto dopo un volo di 150 metri. Paparelli aveva 33 anni ed era padre di due figli. Errare è umano, forse. Alcuni tifosi in questa città però, perseverano da anni, con cori e scritte vergognose nei confronti di un uomo che non c’è più. Gesti vili, che non hanno bisogno di particolari commenti e che qualificano chi li mette in atto.

Rob.Ma. – Cittaceleste.it / ilmessaggero.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy