VIDEO – Dabo, “Quel gol contro il Siena..”

VIDEO – Dabo, “Quel gol contro il Siena..”

ROMA – Stasera, tocca alla Lazio. Contro il Siena, per la squadra biancoceleste, non è mai stata una partita semplice e l’ultima vittoria, risale addirittura al 2006, quando Ousmane Dabo, su calcio di punizione, regalò i tre punti alla squadra capitolina. La redazione de “Il Messaggero”, è andata ad intervistarlo.…

ROMA – Stasera, tocca alla Lazio. Contro il Siena, per la squadra biancoceleste, non è mai stata una partita semplice e l’ultima vittoria, risale addirittura al 2006, quando Ousmane Dabo, su calcio di punizione, regalò i tre punti alla squadra capitolina. La redazione de “Il Messaggero”, è andata ad intervistarlo.

Si ricorda qualcosa di quella gara?

“Tutto o quasi. Dovevamo vincere, era complicato, ma eravamo determinati. Ci fu una punizione, dissi a Oddo di appoggiarmela perché sentivo che avrei fatto bene. E così fu, una botta secca che si andò ad infilare all’angolino”.

Qualcosa di quella squadra c’è ancora…

“Si, Stefano Mauri. E’ un mio amico e mamma mia quanto è diventato forte”.

Le dispiace che sia stato coinvolto nel calcio scommesse?

“Tanto, perché conosco bene Stefano e so che tipo di persona è. Tutte bugie. E poi basta vederlo giocare per rendersi conto che è innocente e non c’entra nulla. E’ sereno, tranquillo e gioca da Dio. Se fosse successo a me, non reggevo un mese, sicuro, invece lui è lì che inventa e fa gol. Grande giocatore e uomo con attributi. Qualcuno dovrà chiedere scusa”.

Torniamo a Siena-Lazio, le va?

“Certo. E’ una partita importante che si deve vincere come abbiamo fatto noi nel 2006.Se vuoi andare in Champions sono le classiche partite che devi vincere, senza se e senza ma”.

Cosa le piace della Lazio?

“E’ un gruppo granitico che non molla mai e sa quello che vuole e come ottenerlo. Devo ammettere che Lotito e il mio amico Igli hanno costruito proprio una gran bella squadra”.

I più bravi per Dabo?

“Banale dire quel fenomeno di Klose, poi c’è Stefano (Mauri ndr), ma anche Hernanes che fa la differenza, ma pure Ledesma, Candreva o lo stess Floccari per non dire Ciani. Per me ce ne sono tanti di big come Cana, ad esempio. Lorik ha avuto un po’ di difficoltà, ma vi assicuro che è un grande, adesso sta facendo bene pure come difensore”.

Contento dell’arrivo di Saha?

“Louis è un mio caro amico e vedrete che la Lazio ha fatto un ottimo acquisto. Molti lo sottovalutano, ma è giocatore vero, forse è stato un po’ sfortunato per via di qualche problema fisico, ma sarà determinante. Ve ne accorgerete, magari già a Siena”.

Chi bisogna temere per la corsa Champions?

“Le due milanesi, anche se tra le due mi fa più paura il Milan con Balotelli, ma la Lazio c’è e ha anche la fortuna di avere un gran allenatore”.

Conosceva Petkovic?

“No, ma è una bellissima sorpresa. Si vede che i miei ex compagni si trovano a loro agio”.

Come si vince a Siena?

“Con la convinzione di essere i più forti, ma al tempo stesso con umiltà e voglia di sacrificarsi. E mi sembra tanto la filosofia di questa squadra. Basta vedere quello che è successo con il Borussia. Ci hanno dato tre rigori, ma ci siamo rialzati subito. Ecco lo spirito deve essere quello”.

«Ci» hanno dato?

“Certo, sono prima tifoso della Lazio e poi ex calciatore. Questa squadra mi è rimasta dentro”.

Lazio di nuovo in finale di coppa Italia. Che ne pensa?

“Bellissimo. Da una parte vorrei che l’avversario fosse la Roma, dall’altra non tanto perché il derby è favoloso, ma se lo perdi…vabbè lasciamo stare, non ci pensiamo adesso”.

Cosa fa Ousmane Dabo adesso?

“Il telecronista e farò proprio il mio debutto nella partita tra Lazio e Borussia Monchengladbach. Speriamo vada bene in tutti i sensi”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy