Yilmaz, assalto finale domani. Poi Matavz

Yilmaz, assalto finale domani. Poi Matavz

AGGIORNAMENTO ORE 09:35 – Secondo i media turchi ci sarebbe già stato l’incontro fra Ali Egesel, agente di Yilmaz, e il club turco. L’agente ha dichiarato: “La Lazio ha offerto 14 milioni per Burak, ma come ho detto in precedenza, il club non sembra volerlo cedere”. AGGIORNAMENTO ORE 07:00 -…

AGGIORNAMENTO ORE 09:35 – Secondo i media turchi ci sarebbe già stato l’incontro fra Ali Egesel, agente di Yilmaz, e il club turco. L’agente ha dichiarato: “La Lazio ha offerto 14 milioni per Burak, ma come ho detto in precedenza, il club non sembra volerlo cedere”.


AGGIORNAMENTO ORE 07:00 – Lotito a Istanbul, l’ultima sparata arrivata dalla Turchia. Lotito, beato lui, ieri era a Cortina, rientrerà oggi a Roma, sarà all’Olimpico, in poltrona. Nessun viaggio turco, l’assalto finale ad Yilmaz partirà domani dall’Italia. «Farò il massimo con questa rosa, ma per avere una visione ottimale del futuro forse ci serve qualcosa in più…» , ha dichiarato Petkovic. Il ritocchino è previsto in attacco, il sogno è Burak Yilmaz. Lotito e Tare hanno bloccato Perea, arriverà solo se salterà l’operazione turca. La Lazio sta battendo varie piste, tratta col Galatasaray e tiene in caldo Matavz (è una delle alternative principali per il fronte offensivo). Matavz è comunitario, il suo arrivo consentirebbe il tesseramento del baby colombiano.

YILMAZ – Assalto finale a Burak, l’obiettivo numero uno è svelato. Non è facile centrare il colpo, a Istanbul è stata inviata un’offerta di dieci milioni, questo si scrive da giorni in Turchia. In realtà Lotito avrebbe offerto circa 8 milioni, è questo il problema. Il Galatasaray chiede quasi il doppio, valuta il giocatore 15 milioni. Gli ostacoli economici sembrano insormontabili, c’è una sola speranza: Yilmaz deve chiedere la cessione, i turchi devono abbassare le pretese o quantomeno concedere un prestito oneroso con riscatto. Il bomber turco ha chiesto un incontro coi dirigenti, al tavolo siederà Alì Egesel, il suo manager. Il Galatasaray in quell’occasione potrebbe offrire all’attaccante il rinnovo contrattuale, il rischio esiste. Yilmaz, dopo aver lanciato segnali d’amore ai biancocelesti (seppur di nascosto) potrebbe fare retromarcia intascando un bel gruzzoletto di soldi. (Corriere dello Sport)


AGGIORNAMENTI 25 AGOSTO


AGGIORNAMENTO ORE 15:37 – Aggiornamenti arrivano anche dalla Gazzetta dello Sport: “Il sogno resta il turco Yilmaz, ma la trattativa è estremamente complicata: il Galatasaray lo valuta 15 milioni, la Lazio non vuole andare oltre gli 11-12 milioni, difficile che la forbice si riduca. La Lazio aspetterà ancora qualche giorno, poi vaglierà le alternative: una potrebbe essere Gilardino, anche perché al Genoa piace parecchio Kozak. In uscita Ciani è vicino al Celtic.”


AGGIORNAMENTO ORE 13:43 – Secondo quanto raccolto dalla redazione di Cittaceleste.it, Pastorello, agente di Candreva, è a colloquio con Lotito nella sua villa di Cortina. Si lavora al rinnovo del calciatore con adeguamento della remunerazione.


AGGIORNAMENTO ORE 13:06 – Secondo quanto raccolto dalla redazione di Cittaceleste.it, Claudio Lotito è ancora a Cortina. Le informazioni in mano ai media Turchi sarebbero quindi prive di fondamento, salvo colpi di scena. Il Presidente si starebbe godendo l’ultimo giorno prima di tornare a Roma per il match Lazio-Udinese.


AGGIORNAMENTO ORE 11:15 – I media turchi continuano a cavalcare la possibilità che Lotito quest’oggi sbarchi ad Istanbul per incontrare il presidente del Galatasaray, Unal Aysal, al Conrad Hotel, per mettere la parola fine, nel bene o nel male, nella trattativa Yilmaz.


AGGIORNAMENTO ORE 09:09 – I media turchi in mattinata specificano come l’offerta della Lazio, rifiutata dal Galatasaray, fosse o di 12 milioni euro cash in 4 anni, o di 5 milioni di euro più il cartellino di Libor Kozak, valutato 7 dalla Lazio.


AGGIORNAMENTO ORE 07:10 – Un incontro a Istanbul: Yilmaz a colloquio con il Galatasaray, proverà a liberarsi. L’incontro è nell’aria, avverrà nei prossimi giorni. «Ci incontreremo sicuramente con il Galatasaray per capire meglio la situazione» , ha svelato Alì Egesel, il manager dell’attaccante, parla a ritmo continuo da due giorni. Non c’è tempo da perdere, il mercato chiuderà il 2 settembre, la prossima settimana sarà decisiva. Dentro o fuori? Yilmaz è richiesto dalla Lazio, non ci sono dubbi, lo stesso Egesel due giorni fa ha confermato l’offerta presentata da Lotito e l’ha definita «importante ». La regia dell’operazione è affidata al presidente, alcuni intermediari hanno contattato la Lazio per sondare il terreno. La società s’è detta interessata all’affare Yilmaz, è nata così l’idea di lanciare un nuovo assalto. I primi colloqui non sono andati a buon fine, le prime offerte sono state respinte. C’è un’ultima strada da percorrere, tocca a Yilmaz pressare la sua società. Il manager del giocatore incontrerà i dirigenti del club, si deciderà tutto in quel summit.(CorrieredelloSport)


AGGIORNAMENTI 24 AGOSTO


AGGIORNAMENTO ORE 22:14 – A parlare della vicenda Burak Yilmaz alla Lazio è uno dei manager più famosi della Turchia, un vero “guru”. Queste le parole ai media locali di Süleyman Hurma, manager del Kayserispor: “In Turchia non vendiamo giocatori, ma anzi ne acquistiamo di affermati. Non voglio quindi cancellare quanto detto in questi giorni circa questo trasferimento, non ho questo potere. L’idea che mi sono fatto è che se il Galatasaray riceverà quanto richiesto il calciatore andrà, anche per un proprio successo, oltre che un bell’introito per l’azienda. Un giocatore di questo calibro verrebbe tolto dalla vista dei corteggiatori se la posizione dell’azienda non fosse difficile”.

 


AGGIORNAMENTO ORE 19:27 – Matteo Petrucci, giornalista di Sky, ha parlato ai microfoni di Cittaceleste.it, all’interno della trasmissione LazioSera, in onda dal Lunedi al Venerdì dalle 18.30 alle 20.00:
Confermate quindi le ultime voci che arrivavano dalla Turchia sul’interessamento di altre società.


AGGIORNAMENTO ORE 18:19 – La stampa turca continua ad insistere sulla ferma volontà del Galatasaray di non scostarsi dalla propria posizione. Una sorta di “scontro” frontale con la Lazio che andrà avanti. Il club infatti ha messo in cantiere l’idea di vendere il turco, come confermato dai media nazionali, ma non di svenderlo, forte anche delle voci di mercato che parlano di un forte interessamento del Chelsea. Il club inglese, però, non ha avanzato alcuna offerta al momento. Da registrare anche l’interesse di Tottenham ed Atletico Madrid.


AGGIORNAMENTO ORE 15:08 – Ai microfoni italiani è tornato a parlare Ali Egesel, manager dell’attaccante: “Ci incontreremo sicuramente con il Galatasaray per capire meglio la situazione. Smentisco che il giocatore sia ai ferri corti con Terim: dopo la Supercoppa posso confermare che Yilmaz era molto deluso per non esser partito titolare, ma non ha assolutamente dei problemi con l’allenatore – ha dichiarato ai microfoni di lazionews24.com-. La Lazio é interessata a Yilmaz, non so se siano state formulate delle offerte, andrebbe chiesto al Galatasaray, che comunque chiede tanto per il suo cartellino. Altri interessamenti? Sondaggi in Inghilterra. L’ingaggio non sarebbe assolutamente un problema, lo posso garantire”.


AGGIORNAMENTO ORE 14:33 – Dopo le parole del manager Ali Egesel, arrivano nuove indiscrezioni lanciate dai media turchi. L’offerta della Lazio si sarebbe avvicinata ai 12 milioni di euro, ma la richiesta del Galatasaray sarebbe di 17.


Assalto confermato, è arrivata la prima ammissione: «La Lazio ha fatto un’offerta importante al Galatasaray per Yilmaz, al momento non è stata accettata, il club turco non vuole lasciare Burak. Il Chelsea su di lui? Non è vero, l’unica offerta è stata presentata dalla Lazio, il giocatore è concentrato sulle prossime gare» . La dichiarazione appartiene ad uno dei manager di Yilmaz (ha più rappresentanti), presumibilmente è da riferire ad Alì Egesel. Le parole sono fresche, sono state rilasciate a Radyospor ieri pomeriggio, le ha diffuse su internet il portale turco ajansspor.com. L’offerta di Lotito è certificata, la Lazio si è mossa per trattare Yilmaz, ha lanciato l’assalto. Il Galatasaray tiene duro, ha sparato un prezzo altissimo per lasciar partire il suo bomber: 15 milioni di euro. I rapporti tra Lotito e Unal Aysal, il patron turco, sono buoni, ma ognuno fa i suoi interessi, è normale che sia così. La Lazio non s’arrende, le cifre reali dell’operazione sono top secret, secondo alcune fonti il Galatasaray lascerebbe partire Yilmaz di fronte ad un’offerta di 11-12 milioni. Dalla Turchia sono arrivate varie indiscrezioni, varie ricostruzioni dell’offerta laziale. Lotito in un primo momento aveva chiesto il prestito oneroso con riscatto fissato a circa 9 milioni, la proposta è stata respinta. Il patron ha rilanciato proponendo 10 milioni con pagamento quadriennale, niente da fare. Il club ha provato ad inserire Kozak come contropartita tecnica, i turchi non hanno accettato. Il pressing è continuo, l’operazione è portata avanti dal presidente, gestisce i contatti dalla residenza di Cortina d’Ampezzo.

PEREA – Yilmaz, un anno dopo, ci risiamo. L’affare s’è già trasformato in una telenovela, andrà avanti per alcuni giorni, ma non potrà durare all’infinito. Il 2 settembre chiude il mercato, va fatta una scelta: se non si arriverà ad Yilmaz si dovrà tesserare Brayan Perea, il baby bomber colombiano che aspetta la convocazione. E’ in Colombia, attende la chiamata della Lazio. Ufficialmente non è stato ancora tesserato perché il posto da extracomunitario non è libero: il nigeriano Adeleke, ex Primavera e Salernitana, è destinato alla serie B svizzera. In realtà l’arrivo di Perea è legato all’operazione Yilmaz, un’operazione rischiosa per quanto affascinante. La Lazio sta cullando il sogno, non è detto che lo realizzi. Se l’acquisto di Yilmaz salterà, lo sbarco di Perea verrà visto come un ripiego (eppure è stato il primo acquisto del 2013-14). Il turco è un bomber pronto, si è consacrato in Champions (otto gol nell’ultima edizione), aumenterebbe il potenziale offensivo della squadra di Petkovic. La Lazio, con Yilmaz, tapperebbe il buco esistente in avanti, si garantirebbe un attaccante per il presente e per il futuro. Il dopo-Klose va progettato, meglio farlo con un anno di anticipo, non esistono certezze sulla permanenza del tedesco dopo la conclusione del suo contratto (giugno 2014).

KOZAK – Yilmaz in corsa, Perea in stand-by, Kozak sul mercato. Prepariamoci, gli ultimi giorni saranno bollenti e tribolati. Ci sono da chiudere operazioni in entrata e in uscita: Kozak ha chiesto la cessione, la società lo valuta 8 milioni, è una cifra che taglia fuori i club italiani. L’Hellas Verona è interessato, ma a certe cifre è impossibile ipotizzare l’assalto. Kozak spera che Lotito abbassi le pretese, ha voglia di giocare con continuità. Il Chievo lo vuole da anni, chissà che non diventi un jolly per risolvere la querelle Berisha: «E’ nostro» , ha urlato ieri il diesse Sartori. Il portiere albanese sogna la Lazio, i gialloblù fanno pesare il preliminare che il ragazzo ha firmato con loro. E’ un nodo intricato. Primavera: è in prova Joseph Minala, centrocampista camerunense, è un classe 1996. La società sta valutando il suo talento.

 

Corriere dello Sport


Cittaceleste.it
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy