Yilmaz pressa, ma il Galatasaray chiede la luna

Yilmaz pressa, ma il Galatasaray chiede la luna

di ALBERTO ABBATE ROMA – Qui ritornano sempre, i tormentoni. Benvenuti alla Lazio: tocca ancora a Yilmaz, sogno e incubo di due mezz’estati. Il giallo riprende e s’infittisce. Il centravanti vuole di nuovo la Lazio, su questo ci sono pochi dubbi, è in pressing sulla dirigenza. Ma stavolta arriverà? Aysal,…

di ALBERTO ABBATE

ROMA – Qui ritornano sempre, i tormentoni. Benvenuti alla Lazio: tocca ancora a Yilmaz, sogno e incubo di due mezz’estati. Il giallo riprende e s’infittisce. Il centravanti vuole di nuovo la Lazio, su questo ci sono pochi dubbi, è in pressing sulla dirigenza. Ma stavolta arriverà? Aysal, presidente del Galatasaray, giura che non lo lascerà partire. A microfoni spenti, motiva: “A meno che non offrano 24 milioni”. E’ questo il prezzo sul quale trattare, assicurano da Istanbul, menestrelli di corte. Un valore che fuma come un turco di fronte alla necessità scottante biancoceleste di un attaccante. E c’è il rischio di un’ustione di secondo grado. 

E’ un bagno turco. Dove immergere le speranze di avere un “vero” vice-Klose, un altro re del gol. Yilmaz non è quello di un anno fa, ma Tare c’aveva davvero visto lungo. Poteva prenderlo per quattro spicci, Lotito non li ha trovati nel portafoglio. Così lanciava monetine a gennaio, quando Burak moltiplicava gol e magie in Champions. Quotazione alle stelle e tanto pentimento. Pare sia proprio il presidente biancoceleste, in prima persona, a volersi riscattare dopo essersi mangiato le mani un inverno intero. Lui sta parlando – senza viaggi della speranza – coi turchi, lui sta provando a sfruttare i mugugni di Burak, non più nelle grazie di Terim, per provare a strapparlo con una decina di milioni. Yilmaz vuole lasciare Istanbul, si è proposto alla Lazio. Si era promesso un anno fa, prima di sposare il Galatasaray. Adesso rilancia la fede a Formello. 

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy