LA MOVIOLA – Braschi: okay il rosso a Candreva!

LA MOVIOLA – Braschi: okay il rosso a Candreva!

I tanti episodi da moviola di Napoli-Juve e Milan-Lazio non sono stati oggetto di discussione solo nei vari bar sport e forum on line. Come è normale che sia, anche il settore tecnico dell’Aia e soprattutto il designatore Stefano Braschi hanno vivisezionato gli episodi e discusso con Daniele Orsato, Nicola…

I tanti episodi da moviola di Napoli-Juve e Milan-Lazio non sono stati oggetto di discussione solo nei vari bar sport e forum on line. Come è normale che sia, anche il settore tecnico dell’Aia e soprattutto il designatore Stefano Braschi hanno vivisezionato gli episodi e discusso con Daniele Orsato, Nicola Rizzoli e i loro collaboratori. Nel complesso il tecnico degli arbitri è soddisfatto delle due direzioni: non era semplice gestire sfide così delicate. Restano sul campo alcuni errori. Vediamo quali.

[…]

Rosso e rigore
E veniamo a San Siro con le proteste ufficiali della Lazio per il rosso a Candreva. Il designatore però non ha dubbi: regolamento alla mano, la decisione è giusta. L’analisi dell’episodio è stata fatta considerando il fermo immagine di Rizzoli al momento del fischio: il milanista è nel pieno possesso del pallone e la certezza di una conclusione da posizione comoda. Quindi chiara occasione da rete. Dias non ha la possibilità di impedire la conclusione. Qualcuno si è anche chiesto come mai Rizzoli ci abbia messo 90’’ per mostrare il rosso a Candreva. Questa la spiegazione: sull’espulsione aveva già deciso, ma voleva conferme sul punto del fallo. Dopo un consulto con l’assistente si è assunto da solo la responsabilità della punizione dal limite (scelta davvero difficile). Restava il rosso. Passato l’attimo c’era il rischio di uno scambio di persona: il quarto uomo ha dato un supporto confermando il numero di Candreva, ma è da sottolineare l’onestà del giocatore che non si è nascosto sulla precisa domanda di Rizzoli («hai fatto tu fallo, vero?»). Per il resto, Braschi giudica regolare l’1-0 del Milan (nessun fallo su Pereirinha), mentre contesta a Rizzoli la mancata concessione di un rigore: da punire l’uscita di Marchetti su El Shaarawy. Rilievo che sarà mosso pure a Giannoccaro, giudice di porta a 3 metri dall’azione.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy