ZOOM – Lazio, affari gratis tutto l’anno?

ZOOM – Lazio, affari gratis tutto l’anno?

Il tempo dirà quanto forte sarà l’impatto del precedente Saha sulle dinamiche di mercato per quel che riguarda il tesseramento, fuori dalle finestre canoniche, di calciatori svincolati in arrivo dall’estero dopo aver risolto in corsa, durante la stagione, il proprio contratto. C’è un certo fermento tra gli operatori di mercato,…

Il tempo dirà quanto forte sarà l’impatto del precedente Saha sulle dinamiche di mercato per quel che riguarda il tesseramento, fuori dalle finestre canoniche, di calciatori svincolati in arrivo dall’estero dopo aver risolto in corsa, durante la stagione, il proprio contratto. C’è un certo fermento tra gli operatori di mercato, agenti e direttori sportivi: riflessioni fatte finora sotto voce, soprattutto da parte delle società, approfondimenti per capire se davvero la Lazio ha avuto ragione ad appellarsi alla normativa Fifa e sul come sfruttare, a questo punto, le nuove opportunità. Magari andando anche oltre l’operazione Saha e ampliando ulteriormente gli orizzonti, in senso geografico (come mercato di provenienza) e temporale (la data di scadenza o risoluzione degli accordi).

PECULIARITA’ – Attenendosi al precedente Saha in senso stretto, per ora la ricerca si deve limitare a giocatori che all’estero si siano svincolati durante la finestra di mercato di gennaio, quindi in un periodo compatibile con le date della nostra sessione invernale. Un po’ di nomi ci sono, ma è inutile sperare di trovare giocatori di primissima fascia, provenienti da top club europei. In questo senso, il caso Saha sembra più unico che raro. Semmai possono esserci delle chance per squadre di fascia medio-bassa che si trovano a fronteggiare un’emergenza improvvisa o che semplicemente durante la sessione di mercato non sono riuscite a chiudere qualche incastro. Proviamo a fare qualche nome. Lucian Goian (30 anni), romeno, difensore centrale, fratello di Dorin che gioca da noi in B nello Spezia, a gennaio si è liberato dai cinesi del Tianjin Teda, ha maturato anche una breve esperienza europea quando giocava con la Dinamo Bucarest, poteva essere un’occasione a costi molto contenuti, come lo sarebbe stata Jean-Claude Bozga (28 anni), congolese naturalizzato romeno, che ha trovato squadra in Danimarca nelle ultime 48 ore (ha firmato con il Vestsjaelland) dopo essere stato visionato da un po’ di operatori, sembra anche italiani. Le rescissioni a gennaio non sono così insolite in Europa, però bisogna tenere gli occhi aperti. Sebastian Leto (26 anni), argentino senza passaporto comunitario, centrocampista, ha stracciato il contratto con il Panathinaikos il 10 gennaio, ma dietro quell’addio ci sono problemi fisici (ginocchio, è stato in visita anche in Italia) che nel corso delle ultime settimane si sono rivelati sempre più gravi. Per dire: occhio ai trappoloni.

MERCATO PERPETUO – Un’interpretazione più estesa delle norme Fifa, che a questo punto hanno scavalcato le circolari Figc sulle sessioni di mercato, in teoria può aprire la strada ad un mercato perpetuo: si potrebbe sempre pescare all’estero ingaggiando calciatori con contratto scaduto o risolto. Magari lavorando molto sulle differenti scadenze contrattuali imposte dai differenti calendari. In ambito Uefa, le date sono completamente diverse in Paesi come Russia e Ucraina, o in Finlandia, dove il mercato chiude più tardi (30 aprile) e dove i contratti scadono a dicembre. Per non parlare del Sudamerica, dove non solo i calendari sono sfalsati rispetto all’Europa ma c’è anche la prassi che i calciatori, che restano di proprietà di privati, società o fondi d’investimento, vengano tesserati per periodi non standardizzati. Prendiamo il Brasile, la scadenza tipo sarebbe 31 dicembre (l’equivalente del nostro 30 giugno) ma in una stessa squadra, per esempio l’Internacional, possono esserci giocatori con contratti in scadenza a maggio, luglio, novembre o gennaio. Un “caos” da sfruttare, a questo punto.

Fonte: Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy