ZOOM – Onazi, Ederson e Pereirinha: pronto uso

ZOOM – Onazi, Ederson e Pereirinha: pronto uso

ROMA – Il campanello d’allarme è suonato e non si può far finta di non sentirlo: la Lazio vista a Siena era stanca, disordinata e priva di idee. È vero che tutte le squadre impegnate in Europa hanno pagato il conto nell’ultima giornata di campionato, ma questo non può giustificare…

ROMA – Il campanello d’allarme è suonato e non si può far finta di non sentirlo: la Lazio vista a Siena era stanca, disordinata e priva di idee. È vero che tutte le squadre impegnate in Europa hanno pagato il conto nell’ultima giornata di campionato, ma questo non può giustificare una tale sconfitta. A questa squadra non si può imputare il poco carattere, né il tecnico può essere accusato di non avere idee o di non riuscire a cambiare il volto del match.  Nel punto più delicato della stagione, però, la Lazio sta soffrendo troppo e non si possono sottovalutare i tre gol subiti a Siena, né i due pareggi ottenuti contro Palermo e Napoli e neppure le tre sconfitte contro Chievo, Genoa e Siena. Non si può rischiare di mandare all’aria tanti mesi di sacrifici e vittorie che hanno portato la Lazio fino al terzo posto e per questo c’è bisogno di muscoli e fiato per ripartire: servono forze fresche e vanno trovate in casa. Il primo rinforzo è l’italo brasiliano Ederson, tornato a disposizione dopo un calvario durato quasi tre mesi. La sua carriera è stata caratterizzata da diversi infortuni e la prima stagione nella Capitale è stata più complicata del previsto: tre ko consecutivi ne hanno condizionato il rendimento, tanto che il giocatore ha disputato l’ultima gara il 6 dicembre contro il Maribor. Nel corso delle vacanze di Natale è rimasto a lavoro nella Capitale per recuperare e tornare a disposizione del tecnico.

Il decorso è stato lungo, è andato in Germania per accorciare i tempi, ma ha aspettato fino a lunedì per il nuovo esordio stagionale avvenuto proprio contro il Siena, la squadra contro cui ha segnato il suo primo e per ora unico gol in campionato. Ha rilevato Floccari ed è subito andato vicino al gol ed ha dimostrato, nei pochi minuti a sua disposizione e con la sconfitta già incassata, di stare finalmente bene per  poter dare un contributo alla causa biancoceleste e  far rifiatare i compagni “titolari” che giocano ininterrottamente da inizio stagione. Ha bisogno di minuti sulle gambe per ritrovare il ritmo partita e siamo certi che con impegni così ravvicinati Petkovic farà di necessità virtù e darà spazio al recuperato Ederson. Oltre al numero 7, il tecnico di Sarajevo potrà far affidamento su un neo- Campione: Onazi ha vinto la Coppa d’Africa con la Nigeria da vero protagonista, stupendo tutti con le sue prestazioni. La Lazio ha dimostrato di tenere al giovane centrocampista rinnovandogli il contratto e respingendo tutti gli assalti del mercato. Ora Petkovic ha bisogno di lui in mezzo al campo ed Onazi vuole ripagare la fiducia del tecnico. Poi ci sono i due nuovi acquisti: Pereirinha, entrato a freddo a Siena non può essere valutato per una serata così deludente per tutto il gruppo, e Saha che non sembra ancora pronto, ma che comunque non può essere impiegato in Europa. Sono loro, vecchi e nuovi, che sono chiamati a rilanciare le ambizioni biancocelesti. I due incontri casalinghi sono fondamentali per l’Europa e la Lazio deve prender fiato e ripartire, per approdare agli ottavi e per conservare questo terzo posto che vale la Champions.

Enrica Di Carlo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy