ZOOM – Perea si allena col Cali: visto oppure rivisto

ZOOM – Perea si allena col Cali: visto oppure rivisto

di ALBERTO ABBATE ROMA – E’ la logica che urla: ma è normale che un giocatore acquistato praticamente a gennaio, non abbia ancora il visto dopo sette mesi? L’entourage giura di sì, la Lazio pure, Perea non c’è. Magari è così, fra 7-10 giorni avrà il permesso di lavoro (Anderson…

di ALBERTO ABBATE

ROMA – E’ la logica che urla: ma è normale che un giocatore acquistato praticamente a gennaio, non abbia ancora il visto dopo sette mesi? L’entourage giura di sì, la Lazio pure, Perea non c’è. Magari è così, fra 7-10 giorni avrà il permesso di lavoro (Anderson lo ha ottenuto in un battedocchio in Brasile), ma più di qualche dubbio sorge. Il suo contratto era finito qualche settimana fa sotto la lente della magistratura di Napoli per la vicenda “Agentopoli”. Che ci sia in atto un ripensamento a Formello? Il colombiano tra l’altro ha passaporto extracomunitario, troverebbe posto in biancoceleste grazie all’addio estero del nigeriano Emmanuel. Ma forse Tare vuole comunque lasciare libera quella casella.

Il nuovo Ibra – come ribattezzato in patria – è un gioiellino su cui crede parecchio il ds biancoceleste. Ma non si può proprio scommettere lì davanti, dopo i problemi della scorsa stagione. E le difficoltà di comprare un bel centravanti a prezzi accessibili in Italia sono un tarlo nell’orecchio della Lazio, che vigila sempre il mercato estero. Perea potrebbe quindi essere dirottato altrove per far posto a una punta già formata ed esperta. Si sta tergiversando, è questa la verità, anche per decidere le prossime mosse. Nel frattempo Brayan si sta allenando ancora col Deportivo Cali. Questo è il “visto”. E rivisto.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy