116 ANNI, ESCLUSIVA – Cragnotti: “Auguri ad un popolo unico e speciale! Per me, la Lazialità…”

116 ANNI, ESCLUSIVA – Cragnotti: “Auguri ad un popolo unico e speciale! Per me, la Lazialità…”

Flash news

ROMA – In esclusiva ai microfoni di Cittaceleste.it – nel giorno del compleanno della Lazio e del suo, di compleanno – è intervenuto Sergio Cragnotti, presidentissimo nell’era più florida di questi 116 anni. “Voglio fare un ringraziamento grande ed affettuoso a tutti i tifosi della Lazio – ci ha raccontato – perchè ogni volta che ci incontriamo, mi manifestano tutto il loro affetto. Stiamo vivendo un’epoca diversa rispetto alla mia, prima in Italia c’era un grandissimo calcio. Andava di moda comprare campioni, mentre oggi dobbiamo fare i conti con un calcio diverso. Se si vuole gareggiare a grandi competizioni – però – bisogna avere grandi disponibilità economiche. Abbiamo questa coincidenza storica che ci ha fatto rivivere eventi storici e momenti che non dimenticherò mai. Lo stadio vuoto fa male, vedo un calcio mediocre, poco fisico e tecnico. Le barriere in curva sono una posizione politica, le società possono intervenire in modo limitato. E’ una situazione che riduce lo spettacolo. Noi, cercavamo di costruire uno stadio nel 1990. Da allora, l’unica che ce l’ha fatta è la Juventus. Lo stadio della Lazio e della Roma? Era un progetto che io e Sensi portavamo avanti insieme, la responsabilità della mancata realizzazione è stata della politica. Con lo scudetto conquistato ero diventato uno Zeus, la Lazialità è amore per questa maglia e per questi colori che porto sempre dentro di me”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy